Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Russia ha dichiarato che l’aereo in Sinai è stato abbattuto da una bomba

Immagine di copertina

Un incontro fra Putin e i servizi segreti russi ha rivelato che una bomba avrebbe abbattuto l'aereo di linea russo precipitato nel deserto del Sinai

Per la prima volta, il Cremlino ha detto che una bomba ha abbattuto l’aereo di linea russo della compagnia Metrojet che è precipitato nel deserto del Sinai il 31 ottobre, uccidendo tutte le 224 persone a bordo.

“Si può dire di sicuro che è stato un atto terroristico”, ha detto Alexander Bortnikov, il direttore dei servizi segreti russi, durante un incontro condotto dal presidente Vladimir Putin, secondo un resoconto pubblicato sul sito del Cremlino.

L’annuncio arriva quattro giorno dopo gli attacchi terroristici a Parigi.

Delle tracce di esplosivi, hanno detto i servizi segreti, sarebbero state trovate fra i resti dell’aereo. La bomba esplosa avrebbe avuto una capacità di fino a 1 chilogrammo di tritolo.

Putin ha detto di aver ordinato ai servizi speciali del Paese di concentrarsi sulla ricerca dei responsabili dell’attacco.

Gli attacchi nel Sinai erano stati rivendicati dall’Isis e definiti una vendetta per i raid russi in Siria. Putin, tuttavia, non ha manifestato l’intenzione di porre fine ai raid.

“Non solo le operazioni della nostra aeronautica in Siria devono continuare”, ha detto Putin “dovrebbero essere rafforzate”.

Il 17 novembre è stata resa nota la notizia che la Russia avrebbe offerto 50 milioni di dollari a chi fornisse informazioni su chi ha favorito l’attentato contro l’aereo partito da Sharm el-Sheikh.

Sempre il 17 novembre, l’Egitto avrebbe fermato due dipendenti dell’aeroporto di Sharm-el Sheikh in connessione con la vicenda dell’abbattimento dell’aereo Metrojet.

Mercoledì 18 novembre, l’Isis ha diffuso la foto dell’ordigno che avrebbe abbattuto l’aereo russo Metrojet in Sinai.

(La foto diffusa dall’Isis della bomba che avrebbe abbattuto il volo Metrojet.)

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte