Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:04
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Stati Uniti e Russia firmano un accordo per evitare scontri aerei in Siria

Immagine di copertina

Il memorandum prevede un codice di condotta che i piloti devono tenere durante i bombardamenti che i due Paesi stanno conducendo separatamente

I governi di Russia e Stati Uniti hanno firmato un accordo con effetto immediato riguardo alle norme di sorvolo dei territori siriani durante le operazioni di attacco all’Isis svolte separatamente dai due Paesi. L’intesa mira a evitare che ci siano incidenti o scontri tra le forze aeree dei due schieramenti, ma non prevede coordinazione per quanto riguarda i rispettivi attacchi.

Martedì 20 settembre, la Cnn aveva sottolineato come nelle ultime due settimane i jet russi avessero volato per ben due volte a una distanza di appena 500 piedi – poco più di 150 metri – da quelli statunitensi, rischiando collisioni.

Il portavoce del Pentagono Peter Cook ha chiarito che l’accordo non prevede in nessun caso un piano comune tra Stati Uniti e Russia, che è ancora accusata dall’America di colpire appositamente obiettivi civili per spalleggiare il presidente siriano Bashar al-Assad nella guerra civile contro l’esercito ribelle. “Crediamo che la strategia di Mosca sia controproducente e che il suo appoggio al regime di Assad aggravi la guerra civile” ha specificato Cook.

Il Cremlino, che continua a negare pubblicamente di avere obiettivi diversi da quelli dell’Isis durante i suoi raid aerei, iniziati il 30 settembre, ha puntato il dito contro le strategie statunitensi in Siria: “Le azioni delle forze degli Stati Uniti e della coalizione anti-Isis guidata da Washington violano le norme internazionali”, ha dichiarato il viceministro della Difesa russo Anatoly Antonov

Intanto il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato a sorpresa, martedì 20 ottobre, il suo omologo siriano Assad a Mosca. Il portavoce del Cremlino Dmitrji Peskov ha spiegato che la visita è stata un gesto di ringraziamento alla Russia per l’intervento in Siria contro l’Isis. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"