Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Taglio cuneo fiscale, ultime notizie. Conte: “Più soldi in busta paga ai lavoratori”

Tutti gli aggiornamenti su una delle misure cardine della manovra economica

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 23 Set. 2019 alle 14:08 Aggiornato il 10 Apr. 2020 alle 10:52
10
Immagine di copertina
Il premier Giuseppe Conte. Credit: RYAD KRAMDI / AFP

Taglio cuneo fiscale, ultime notizie

TPI raccoglie in questo articolo tutte le ultime notizie sul taglio del cuneo fiscale che il Governo Conte bis vuole realizzare con la prossima manovra economica. Di seguito gli aggiornamenti in tempo reale.

Conte: “Più soldi in busta paga ai lavoratori”

La direzione della politica economica “è molto chiara: abbassare l’Iva e liberare risorse per il cuneo fiscale”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte a New York, dove si trova per partecipare all’Assemblea generale dell’Onu. “Questi fondi che andremo a recuperare saranno a favore dei lavoratori. Vogliamo fare in modo che i lavoratori abbiano in busta paga più soldi da spendere”. “Questo è il modo migliore per incrementare i consumi interni perché favorisce le famiglie”, ha aggiunto Conte.

Il sottosegretario Baretta: “Non tutto subito”

“Se vogliamo fare un’operazione robusta, che incida davvero sul cuneo fiscale, non è detto che dobbiamo farla tutta subito”. Parola di Pier Paolo Baretta, sottosegretario all’Economia. “Meglio un piano di medio periodo, ad esempio intervenendo pesantemente sul cuneo e dandoci un arco di 2-3 anni per arrivare a un risultato significativo, magari decidendo adesso il percorso legislativo in modo che non sia una promessa”, sottolinea Baretta, intervistato durante la trasmissione radiofonica Circo Massimo, in onda su Radio Capital.

M5S sicuro: “Taglio cuneo fiscale sarà in manovra”

Dal Movimento 5 Stelle arrivano rassicurazioni sul fatto che il taglio del cuneo fiscale sarà tra i cardini della prossima manovra economica. “È intenzione del governo fare un’azione sul cuneo fiscale già nella Legge di bilancio. Bisogna capire come farlo”, spiega Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo economico, a margine dell’inaugurazione del Cersaie (la Fiera internazionale della Ceramica), a Bologna. “Bisogna parlare con i sindacati e con le imprese per trovare il modo migliore per fare il taglio del cuneo fiscale”.

Da New York, dove si trova per l’assemblea generale Onu, Luigi Di Maio, ministro degli Esteri e capo politico M5S, auspica da parte sua una “Legge di Bilancio che migliori la qualità di vita degli italiani e aiuti le aziende ad assumere di più, abbassando il cuneo fiscale”. “L’obiettivo è abbassare le tasse, non aumentarle”, ha ribadito Di Maio a proposito dell’ipotesi della nuova tassa sulle merendine le bibite gassate.

Sempre in casa M5S, il capogruppo alla Camera, Francesco D’Uva, cita tra le linee guida per la prossima manovra economica il taglio delle tasse sul lavoro. “È arrivato il momento di dimostrare che questo governo può davvero fare il bene dei cittadini. Meno tasse sul lavoro, abbassamento della pressione fiscale, blocco dell’aumento Iva e progettazione di un’economia sostenibile”, scrive su Facebook.

Marattin (Italia Viva): “Ok solo su lavoratori”

Luigi Marattin, deputato di Italia Viva, include il taglio del cuneo fiscale tra le priorità per la manovra economica del nuovo partito di Matteo Renzi. “No deficit e riduzione delle tasse sul lavoro”, ha dichiarato Marattin intervistato durante la trasmissione radiofonica 24Mattino, in onda su Radio 24.

Il deputato auspica “una strategia triennale di riduzione delle tasse sul lavoro a partire dai ceti medio bassi ed investimenti dedicati al Family Act, ovvero dedicati alla famiglia per il mantenimento dei figli e gli asili nido”. Quanto al taglio del cuneo fiscale, nello specifico Marattin si dice “d’accordo con Pd e M5S: “Il taglio del cuneo fiscale va fatto solo sui lavoratori”.

La posizione di Confindustria

“Se intervenissimo sul cuneo fiscale abbassando tasse e contributi sui salari dei lavoratori italiani si attiverebbe un doppio livello: elevare i salari e aumentare la domanda interna”. Lo ha detto Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, a margine dell’inaugurazione del Cersaie (la Fiera internazionale della Ceramica), a Bologna. “Chiaramente non basta, ma è un punto essenziale insieme alla dotazione infrastrutturale per rendere più competitive le nostre imprese e favorire un’idea di società aperta e inclusiva che metta le persone al centro”, ha aggiunto Boccia.

Manovra economica: le ultime notizie di oggi

Taglio cuneo fiscale, pagamento unico: 1.500 euro per i lavoratori

10
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.