Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

Commissione Ue, niente procedura d’infrazione contro l’Italia

Immagine di copertina
Pierre Moscovici

Procedura infrazione | Commissari Ue | Conti | Tria

Procedura infrazione – La Commissione Ue ha accolto le indicazioni degli sherpa e ha deciso di non raccomandare l’apertura della procedura d’infrazione contro l’Italia. Secondo il commissario europeo agli affari economici Pierre Moscovici, “l’Italia ha rispettato tutte le raccomandazioni di Bruxelles sul debito”.

La Commissione Ue ha ricevuto la lettera sui conti 2020 inviata dal ministro dell’Economia Giovanni Tria e dal premier Giuseppe Conte e l’ha analizzata per la riunione del Collegio dei commissari.

> Procedura di infrazione per deficit eccessivo: cosa rischia l’Italia dopo la lettera della Commissione Ue

Procedura infrazione | Il commento di Moscovici

Il commissario europeo agli affari economici Pierre Moscovici ha commentato: “Avevamo posto tre condizioni: dovevamo compensare lo scarto per il 2018, quello del 2019 da 0,3 e ottenere garanzie sul bilancio 2020. Il Governo ha approvato un pacchetto che risponde alle nostre tre condizioni” e quindi “la procedura per debito non è più giustificata”.

Procedura infrazione | La lettera dell’Italia

Nella lettera l’Italia offriva l’impegno a un miglioramento strutturale del deficit nel 2020 compatibile con le regole del Patto di stabilità. Tuttavia, non vi sarebbe indicazione di cifre o obiettivi numerici precisi per il prossimo anno.

Dunque una chiusura positiva del dossier dopo la correzione dei conti approvata dal governo. I mercati stanno infatti dando fiducia al governo giallo-verde: lo Spread è sceso sotto i 220 punti base.

> Spread, il differenziale tra Btp e Bund in tempo reale

Procedura infrazione | Rinvio

Il collegio dei commissari ha deciso di rinviare, per il momento, la decisione sul governo italiano ritenendo sufficienti le misure di assestamento del bilancio pubblico approvate dal Consiglio dei ministri di lunedì scorso.

Questo è il primo sì europeo ai conti del 2019 e l’archiviazione della proposta di sanzione su quelli del 2018, ma non è detta l’ultima parola e la decisione definitiva è attesa nel pomeriggio.

Resta comunque caldo il fronte del dialogo sui conti del 2020 anche se la discussione entrerà nel vivo solo in ottobre.

Procedura infrazione | Le elezioni del presidente dell’Europarlamento

Ti potrebbe interessare
Economia / Nuove criptovalute da comprare nel 2022
Economia / Il profitto in fondo al tunnel: l’ultima battaglia di Musk è contro il traffico
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Ti potrebbe interessare
Economia / Nuove criptovalute da comprare nel 2022
Economia / Il profitto in fondo al tunnel: l’ultima battaglia di Musk è contro il traffico
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Economia / Ita, il manager Alfredo Altavilla: “Stipendio troppo basso, lede la mia storia”
Economia / Altro che più libertà: le criptovalute favoriscono la concentrazione del potere nelle mani di pochi (di A. Stille)
Economia / Bonus 200 euro, chi dovrà fare richiesta e chi lo riceverà in automatico
Lavoro / Le grandi dimissioni travolgono anche il ricco Nord-Est italiano
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo
Economia / Bonus condizionatori: ecco chi può averlo e come si ottiene
Economia / Quali sono le tasse per il settore giochi? Una panoramica sulle principali imposte da assolvere