Me

La Lega insiste sui minibot, Tria: “Cattiva idea”. Borghi: “Sono nel contratto di governo”

Di Donato De Sena
Pubblicato il 14 Giu. 2019 alle 17:05 Aggiornato il 14 Giu. 2019 alle 17:06
Immagine di copertina

Minibot Lega | Tria | Borghi | Salvini

MINIBOT LEGA TRIA BORGHI SALVINI – Continua nella maggioranza di governo il braccio di ferro sui titoli di Stato denominati ‘minibot‘, la proposta della Lega per pagare i debiti della pubblica amministrazione. Mentre il ministro dell’Economia Giovanni Tria chiarisce che “sono una cattiva idea”, gli esponenti del Carroccio insistono. “Sono nel contratto”, dice il capogruppo della Commissione Bilancio della Camera Claudio Borghi. “È un provvedimento approvato all’unanimità dal Parlamento italiano. Da ministro, se me lo chiede il parlamento, lo faccio”, dice il vicepremier Matteo Salvini.

Minibot | Tria: “Sono una cattiva idea”

“Certamente, sono una cattiva idea”, sono state le parole pronunciate da Tria in Lussemburgo, dove si trova per l’Ecofin, a chi gli chiedeva se ritiene che i minibot siano una cattiva idea. Sulle richieste dell’Ue per il debito eccessivo italiano, poi, il ministro ha affermato che l’azione concreta” chiesta dalla Commissione “è far vedere perché noi diciamo che possiamo arrivare ad un abbassamento previsto del deficit di 0,2 punti in meno. Dovremo dargli le cifre, da dove vengono”.

Tria ha poi espresso il suo ottimismo. “Non solo la Francia ma tutto l’Eurogruppo ha preso atto delle conclusioni della Commissione e invitato ad andare avanti nel dialogo. Rimango ottimista”, ha detto.

Minibot | Borghi: “Sono nel contratto di governo, convinceremo Tria”

Una linea diversa è quella tracciata dal primo partito italiano e azionista di maggioranza del governo. “I minibot sono nel contatto del Governo”, ha detto Borghi rispondendo a una domanda sulle intenzioni della maggioranza, a margine dell’intervento del presidente della Consob Paolo Savona ai mercati. Per quanto riguarda poi l’andamento economico e finanziario del Paese Borghi, ha rilevato che “adesso mi sembra che i tassi stiano scendendo e la Borsa vada meglio di tanti altri anni e che l’economia stia riprendendo pur con difficoltà”. “Io non mi lamenterei”, ha concluso.

Borghi ha risposto anche direttamente a Tria. Il ministro ha bocciato ancora una volta i minibot? “Lo convinceremo”, ha detto l’economista della Lega, lasciando la sede del Carroccio in via Bellerio dove in mattinata era in corso il Consiglio federale del partito.

Minibot | Salvini: “Sono stati approvati all’unanimità”

Poi una replica alla posizione espressa oggi da Tria sui minibot è arrivata anche dal leader della Lega Salvini. “La prossima settimana chiederemo se ha idee più efficaci per pagare i debiti nei confronti delle famiglie e delle imprese”, ha affermato il vicepremier in conferenza stampa nella sede del partito. “Quello – ha detto Salvini – è un provvedimento approvato all’unanimità dal Parlamento italiano. Da ministro non dico se mi piace o non mi piace ma, se me lo chiede il parlamento, lo faccio”. Lo scontro continua.