Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Barilla: tutto quello che c’è da sapere sull’azienda italiana famosa in tutto il mondo

Immagine di copertina

Barilla Azienda italiana | Parma | Offerte di Lavoro | Storia | Governance

BARILLA AZIENDA – Barilla è un’azienda multinazionale italiana del settore alimentare, operante nel mercato della pasta secca, dei sughi pronti, dei prodotti da forno, della farina e del pane. Una delle aziende più importanti del nostro Paese.

Barilla Azienda italiana | Ultime news

Aggiornamento 16 ottobre 2018 – Accordo tra Crédit Agricole Italia e Barilla per il finanziamento alle imprese agricole che aderiscono ai contratti di coltivazione.

(QUI I DETTAGLI)

Aggiornamento 14 giugno 2018 – Barilla rinnova la sponsorship con la Nazionale italiana di Basket

(QUI I DETTAGLI)

Barilla Azienda italiana | Storia

Fondata a Parma nel 1877 Barilla è italiana al 100%: nel rapporto stretto con il suo territorio, nella costante vocazione all’innovazione delle tecnologie, dei processi e dei prodotti.

Profondamente italiana – come si legge sul suo sito – nello spirito imprenditoriale che l’ha portata a diventare il più grande produttore globale di pasta.

Per una breve parentesi però l’azienda simbolo del made in Italy all’estero è stata di proprietà americana: nel 1971, infatti, Barilla è stata venduta alla multinazionale americana WR GRACE dai fratelli Pietro e Gianni, spinti da ragioni familiari e personali ma anche dal complesso periodo storico-sociale in cui vivevano.

Nel 1979, dopo otto anni, Pietro Barilla riesce a coronare il sogno di riacquisire l’impresa giungendo persino a ipotecare casa.

L’azienda nel 1979, quindi, torna ad essere di proprietà italiana e da allora, firmando una case history sempre più unica rispetto alle scelte odierne di molti celebri gruppi italiani che cedono quote a compratori stranieri, è sempre rimasta nelle mani, italiane, della famiglia Barilla.

America che però è rimasto uno dei mercati da cui l’Azienda acquista parte della grande quantità di grani di alta qualità di cui ha bisogno per produrre la sua pasta ogni anno. E il mercato americano nel complesso è una delle piazze di maggiore interesse per l’azienda emiliana sia da un punto di vista strategico sia di fatturato.

A testimoniare il forte interesse verso gli Stati Uniti la sede di Chicago aperta nel 2015.

Negli USA sono poi presenti i Barilla Resturants: il primo è stato aperto a New York nel 2014 e nel corso degli anni è diventato un punto di riferimento per gli abitanti di Manhattan grazie anche alle innovazioni tecnologiche, come un’inedita vetrina digitale, realizzata in collaborazione con Microsoft, cui ha abituato i suoi clienti.

Nel corso del 2017 l’azienda ha raddoppiato il suo impegno aprendo un secondo ristorante a Los Angeles.

Barilla Azienda italiana | Pubblicità | Spot

Barilla da sempre è molto attenta all’aspetto pubblicitario. Tanti, tantissimi gli spot andati in onda sulla tv italiana negli ultimi anni. Di seguito i più conosciuti:

Barilla Azienda italiana | Governance

Di seguito la Governance del gruppo Barilla:

Presidente: Guido Barilla

Vicepresidente: Luca Barilla

Vicepresidente: Paolo Barilla

Amministratore delegato: Claudio Colzani

Barilla Azienda italiana | Marchi

Di seguito i marchi di proprietà Barilla:

  • Academia Barilla
  • Casa Barilla
  • Filiz
  • First
  • Harry’s
  • Misko
  • Mulino Bianco
  • Pavesi
  • Vesta
  • Yemina
  • Voiello
  • Wasa
  • Gran Cereale

Barilla Azienda italiana | Offerte di lavoro

Volete lavorare in Barilla? Sul sito dell’azienda è presente – ovviamente – un’area “Lavora con noi” (qui il link) dove vengono pubblicate le posizioni aperte ed è possibile candidarsi.

Barilla Azienda italiana | Animali

Barilla non effettua alcun test sugli animali per testare i suoi prodotti e materie prime e si impegna a non finanziare, o commissionare, o essere fra gli autori o supportare in qualsiasi altro modo test con animali. Barilla si impegna a richiedere a tutti i fornitori ad utilizzare metodi alternativi ai test con animali.

La sola eccezione consentita è nel caso in cui i test con animali siano richiesti dalle Autorità per valutazioni di sicurezza alimentare o per precisi regolamenti; anche in questa circostanza, Barilla farà ogni sforzo possibile per identificare e proporre metodologie alternative che possano essere, ove possibile, in accordo con le richieste legali. Al fine di valutare la sicurezza e la qualità dei propri prodotti, Barilla usa un’ampia gamma di metodi che escludono totalmente qualsiasi tipo di test con animali.

Ti potrebbe interessare
Economia / Crisi: il Covid ha spazzato via i progetti di vita di due famiglie su tre
Economia / Chiude anche la Timken di Villa Carcina, 106 licenziati
Economia / La settimana corta è un successo ovunque. In Italia invece continuiamo a lavorare di più e (quindi) peggio
Ti potrebbe interessare
Economia / Crisi: il Covid ha spazzato via i progetti di vita di due famiglie su tre
Economia / Chiude anche la Timken di Villa Carcina, 106 licenziati
Economia / La settimana corta è un successo ovunque. In Italia invece continuiamo a lavorare di più e (quindi) peggio
Economia / Altro che equità fiscale e sviluppo sostenibile, la riforma del fisco di Draghi non ha coperture
Economia / "I profitti del vaccino anti-Covid di Moderna finiranno nei paradisi fiscali"
Economia / Ecofin approva il Piano nazionale di ripresa e resilienza dell'Italia
Economia / El Salvador diventa il primo Paese al mondo a legalizzare il Bitcoin
Cronaca / A Venezia, l'accordo sulla tassazione globale e gli scontri tra manifestanti e polizia
Lavoro / Chiude la Gkn di Campi Bisenzio: altri 422 lavoratori lasciati a casa con una e-mail
Ambiente / La ripartenza in rosa ed eco-sostenibile delle sorelle Roncato: “Torniamo a viaggiare rispettando l’ambiente”