Turista austriaco danneggia una statua di Canova per un selfie: rovinato un piede di Paolina Borghese

Di Anna Ditta
Pubblicato il 2 Ago. 2020 alle 16:29
600
Immagine di copertina
La statua di Paolina Borghese danneggiata

Turista austriaco danneggia una statua di Canova per un selfie: rovinato un piede di Paolina Borghese

Un turista austriaco ha danneggiato una statua di Antonio Canova per farsi un selfie. È accaduto venerdì 31 luglio al museo Canova di Possagno, in provincia di Treviso, dove l’uomo si è seduto sulla “Paolina Borghese” e le ha spezzato le dita del piede. A denunciare quanto accaduto è stato Vittorio Sgarbi, presidente della “Fondazione Antonio Canova”.

“Dopo la riapertura dei musei, e tra questi il Museo Gipsoteca di Possagno – racconta Sgarbi – si registra un episodio clamoroso, che non viene da visitatori italiani, né da extracomunitari, ma da un incosciente turista austriaco che ha ritenuto di mettersi in posa per una foto di opportunità sedendosi sulla Paolina Borghese, spezzandole le dita del piede. Chiedo chiarezza e rigore alle forze dell’ordine e alla magistratura, individuando con gli strumenti di sicurezza il vandalo incosciente”, aggiunge Sgarbi, “e non consentendogli di rimanere impunito e di rientrare in patria. Lo sfregio a Canova è inaccettabile”.

L’uomo si è dato alla fuga ma sarebbe stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza, anche se per ora non è stato rintracciato. “Ribadiamo che il nostro patrimonio deve essere tutelato: adottare un comportamento responsabile all’interno del Museo rispettando le opere e i beni in esso conservati non è solo un dovere civico, ma un segno di rispetto per ciò che testimonia la nostra storia e la nostra cultura e che va tramandato con orgoglio alle generazioni future”, si legge in un post del museo.

Leggi anche: 1. Vittorio Sgarbi: “Vergognatevi di attaccare Andrea Bocelli. Imbecilli” | VIDEO /2. Il video che riassume la storia dell’arte in un minuto

600
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.