Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Pier Paolo Giannubilo, candidato al Premio Strega con “Il risolutore”: di cosa parla il romanzo?

Immagine di copertina

PIER PAOLO GIANNUBILO PREMIO STREGA 2019 – Pier Paolo Giannubilo ha scritto “Il risolutore”, un romanzo giunto tra i 12 finalisti del Premio Strega 2019.

Ferruccio Parazzoli, che l’ha proposto, spiega che “per la perturbante libertà di quanto è narrato e per la forza del racconto, il libro di Pier Paolo Giannubilo si presenta come una sorprendente novità. L’autore chiede di seguirlo attraverso i percorsi del protagonista dall’inaspettato cognome: Gian Ruggero Manzoni è, infatti, il pronipote di Alessandro”.

Vediamo di cosa parla “Il risolutore” e cosa sappiamo del suo autore.

Pier Paolo Giannubilo Premio Strega 2019 | Il risolutore

Il romanzo di Giannubilo ci presenta un protagonista bizzarro: si tratta di Gian Ruggero Manzoni, pronipote del celebre Alessandro e cugino dell’irriverente Pietro. Gian Ruggero è definito come un uomo qualunque dal cognome fatale, un artista eclettico che non ha mai rinunciato all’eccesso. Scrittore e pensatore estremo, Gian Ruggero ha deciso di rompere il silenzio per due ragioni, secondo Giannubilo: il primo è per rincoliarsi con se stesso tramite un atto di verità. Il secondo invece riguarda alcune questioni poco chiare della nostra storia recente.

Con molta lucidità e fermezza, Giannubilo racconta ciò che dell’altro gli fa più paura come se si stesse guardando allo specchio e vedesse il proprio riflesso, mettendo a nudo tutte quelle contraddizioni che rendono unica la vita.

“L’autore convince il suo avventuroso personaggio a riversare il fiume delle proprie esperienze, la sua vita di individualista che ama egualmente il rischio e l’amore, la scena internazionale e quella di famiglia. Storie contrastanti: i moti politici e studenteschi del ’77, gli incontri con personaggi simbolo di quegli anni, Tondelli, Pazienza, le simpatie per il sinistrismo di azione, i terrori della prigionia, l’entusiasmo, più che la costrizione, a divenire risolutore di estreme situazioni” queste sono le parole di Parazzoli per descrivere il romanzo di Giannubilo.

Pier Paolo Giannubilo Premio Strega 2019 | L’autore

Giannubilo è nato nel 1971 e vive a Campobasso, oggi insegna Letteratura italiana e latina presso un liceo. Ha scritto diversi saggi e racconti nell’arco della sua carriera, anche li romanzo “Corpi Estranei” nel 2008. Con il suo ultimo romanzo “Il risolutore” è candidato al Premio Strega 2019.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Un libro di corsa: Il codice dell’illusionista
Ti potrebbe interessare
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Un libro di corsa: Il codice dell’illusionista
Cultura / Il progetto ReWriters entra nei licei e dialoga con la società civile per riscrivere le regole della convivenza sociale
Cultura / “Il virus e la crisi climatica hanno unito il mondo”: intervista al filosofo Emanuele Coccia
Cultura / Luoghi comuni e autoreferenzialità ideologica: ne “Il Dio verde” l’ecologismo di facciata finisce sotto accusa
Cultura / Charles Baudelaire: il poeta del mal de vivre
Cultura / Un libro di corsa: Una nuova vita con Llyod
Cultura / Roma Arte in Nuvola
Cultura / Altro che emancipazione: il libro di Emily Ratajkowski non risolve la questione morale della mercificazione di sé