Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Paola Cereda, candidata al Premio Strega con il romanzo “Quella metà di noi”: di cosa parla?

Immagine di copertina
Paola Cereda, Quella metà di noi

PAOLA CEREDA PREMIO STREGA 2019 – Hanno definito quest’edizione del Premio Strega come un’edizione al femminile. Nonostante ci sia da discutere su quest’etichetta, Paola Cereda è sicuramente una delle autrici in gara tra i 12 finalisti e concorre con il suo romanzo “Quella metà di noi”.

A detta di Elisabetta Mondello che l’ha presentato, questo romanzo della Cereda è “intenso e coinvolgente, ambientato nella Torino dei nostri giorni, in cui si muovono una folla di personaggi a cui Paola Cereda affida il compito di narrare le contraddizioni e le difficoltà della condizione contemporanea”.

Di cosa parla il romanzo?

Paola Cereda Premio Strega 2019 | La trama

La protagonista del romanzo della Cereda è Matilde, una maestra in pensione che deve mettersi ancora una volta alla prova reinventandosi badante: la verità è che la donna deve ripagare un debito e ha bisogno di trovare una soluzione veloce.

Matilda è costretta ad affrontare una parte di sé stessa che aveva lasciato addormentata, una parte che non credeva di dover risvegliare, soprattutto perché reputa i segreti uno spazio privato o meglio un regalo senza mittente per le persone che amiamo.

Premio Strega 2019, svelati i 12 libri in gara

Ma se omettiamo una parte di noi stessi, quanto c’è di vero in una relazione? Cosa regaliamo agli altri se nascondiamo la nostra vera essenza? Non è un inganno? Premeditare chi essere invece di essere e basta?

Matilda deve capire come funziona questo meccanismo applicato a diversi rapporti interpersonali, a partire da sua figlia per arrivare all’ingegnere di cui si prende cura.

Mentre la protagonista della Cereda cerca di rapportarsi con la particolare realtà di periferia, ogni rapporto muta e ogni sfida della vita ci permette di comprendere quanto cambiamo in base a quello che un altro è disposto a cedere di se stesso.

Paola Cereda Premio Strega 2019 | L’autrice

Nata e cresciuta a Brianza, Paola Cereda si è laureata in Psicologia e si è specializzata in diritti umani e cooperazione internazionale. Si è spostata spesso per lavoro in varie parti del mondo e oggi vive a Torino.

Ha vinto diversi concorsi letterari ed è arrivata finalista del Premio Calvino 2009 con il romanzo “Della vita di Alfredo”. Paola Cereda ha pubblicato “Se chiedi al vento di restare” e “Le tre notti dell’abbondanza”, prima di concorrere allo Strega con “Quella metà di noi”.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Investimenti online: ecco alcune idee
Costume / La Treccani elimina “cagna” e “zoccola” dai sinonimi di donna: il vero dramma è che finora li erano
Cultura / Un libro di corsa: Tracce dal silenzio
Ti potrebbe interessare
Cultura / Investimenti online: ecco alcune idee
Costume / La Treccani elimina “cagna” e “zoccola” dai sinonimi di donna: il vero dramma è che finora li erano
Cultura / Un libro di corsa: Tracce dal silenzio
Cultura / Ricominciamo, insieme: il Teatro Palladium alza il sipario. Il programma completo
Cultura / Jorit a TPI: “Ho dipinto il sorriso di Luana perché si lavori per vivere, e non per morire” | VIDEO
Cultura / Un libro di corsa: Indomabile
Cultura / Virtual Politik: il libro dei ventenni Crisanti e Sensi sulla rivoluzione digitale della politica
Cultura / La lotta alla povertà come politica pubblica
Cultura / I misteri della Silicon Valley: i segreti dietro le immagini ufficiali delle grandi compagnie tecnologiche
Cultura / Un libro di corsa: Le cose giuste