Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 16:32
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

#ioleggoperché: l’iniziativa per regalare un libro a una scuola italiana

Immagine di copertina

Dal 20 al 28 ottobre chi lo vorrà potrà recarsi in libreria e donare un volume a sua scelta. I libri donati saranno poi ripartiti dall'Associazione editori tra tutte le scuole iscritte, fino a un massimo di 100mila volumi

L’Associazione italiana editori ha lanciato un’iniziativa per potenziare le biblioteche nelle scuole: #ioleggoperché. Sono oltre 6mila gli istituti scolastici che si sono iscritti e che riceveranno in dono libri da privati cittadini e da editori.

Il 21 settembre scade il termine per iscriversi all’iniziativa. Dal 20 al 28 ottobre chi lo vorrà potrà recarsi in libreria e donare un volume a scelta. I libri donati saranno poi raccolti e ripartiti dall’Associazione editori tra tutte le scuole iscritte, fino a un massimo di 100mila volumi.

L’anno scorso le scuole iscritte erano state 5.636, quest’anno si prospetta un successo ancora più grande.

In totale in due anni di #ioleggoperché sono stati 350mila i libri donati da cittadini ed editori.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur), l’Associazione Librai Italiani (Ali), il Sindacato italiano Librai e Cartolibrai (Sil), l’Associazione Italiana Biblioteche (Aib) e il Centro per il Libro e la Lettura.

#ioleggoperché ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC) e conta sul supporto della Siae, Società Italiana degli Autori ed Editori e sul sostegno della Lega calcio di Serie A e Lega B.

Ambasciatrice dell’edizione 2018 è Luciana Littizzetto, che ha commentato il suo nuovo ruolo con la frase “Leggere è fichissimo… più leggi e più leggeresti!”.

“Questa grande operazione sociale, giunta alla quarta edizione dimostra così di rispondere a un bisogno effettivo delle scuole italiane e del Paese e di essere sempre più apprezzata come occasione concreta di partecipazione da parte di Istituzioni, enti, partner, media ma soprattutto di tutti coloro che vorranno donare un libro durante l’ormai tradizionale campagna d’autunno di #ioleggoperché nelle librerie gemellate”, ha sottolineato il presidente dell’Associazione Italiana Editori, Ricardo Franco Levi.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Un libro di corsa: Nove perfetti sconosciuti
Cultura / “Suggestioni”, a Roma la mostra di illustratori e vignettisti sulla Divina Commedia
Cultura / I limitatori del pensiero (di Ivo Mej)
Ti potrebbe interessare
Cultura / Un libro di corsa: Nove perfetti sconosciuti
Cultura / “Suggestioni”, a Roma la mostra di illustratori e vignettisti sulla Divina Commedia
Cultura / I limitatori del pensiero (di Ivo Mej)
Cultura / Un libro di corsa: Alan Turing, storia di un enigma
Cultura / Ecco “Lucia Bosè. L’ultimo ciak”, il nuovo romanzo di Laura Avalle
Costume / Imparare a parlare inglese con l’accento della famiglia reale inglese
Cultura / Il museo unico di Roma Antica proposto da Calenda? Sarebbe un errore, ma apre un dibattito
Cronaca / “Io non sono pacifista. Io sono contro la guerra”, le frasi più belle che ci ha lasciato Gino Strada
Cultura / Quando Pennacchi mi disse: "Io non sono di destra, sono i fascisti che stavano a sinistra" (di C. Sabelli Fioretti)
Cultura / Morto Antonio Pennacchi: le cause della morte dello scrittore