Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Dolce e Gabbana pronti a rilevare il teatro Politeama di Como

Immagine di copertina
Gli stilisti Domenico Dolce e Stefno Gabbana. Credit: Getty Images

La maison di moda ha mostrato interessamento per lo storico ex cine-teatro di Como, chiuso ormai da tredici anni

Gli stilisti Dolce e Gabbana sarebbero interessati a rilevare l’ex cine-teatro Politeama di Como. A dare la notizia è il quotidiano locale La Provincia.

La struttura, situata in piazza Cacciatori delle Alpi, è chiusa e inutilizzata ormai da tredici anni. L’interesse, secondo quanto scritto, sarebbe nato nel luglio scorso in occasione di due sfilate della maison di moda a Tremezzo, sul lago.

Gli stilisti, oltre ad apprezzare la location, avrebbero chiesto delucidazioni sul teatro Politeama, immobile di pregio che da tempo però ha chiuso i battenti.

L’idea sarebbe quella di ristrutturare l’edificio per ricavarne uno spazio di eccellenza legato al mondo della moda e della cultura. La società che gestisce l’ex cinema (Politeama Srl), senza più dipendenti e con il bilancio in rosso, è ufficialmente in liquidazione, una mossa obbligatoria per legge.

L’assemblea ha deliberato questo passaggio ed è stato nominato il commercialista Francesco Nessi come commissario liquidatore.

Per ora quello del brand di moda del duo siciliano è solo un interessamento, bisognerà seguire gli sviluppi dei fatti per vedere come andrà a finire. Intanto, però, per la cittadina – e, soprattutto, per il teatro – l’attenzione da parte di soggetti di questo calibro non può che essere un’ottima notizia.

Non sarebbe la prima volta, però, che i due siciliani puntano gli occhi su edifici storici abbandonati e non valorizzati. Un precedente importante è quello del Metropol di Milano.

Gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana nel 2005 avevano, infatti, acquistato e riqualificato una vecchia sala cinematografica, risalente agli anni Quaranta. In quell’occasione i due si erano impegnati a dare una nuova vita al cinema, con uan riqualificazione importante che aveva trasformato la sala in uno spazio polivalente.

La finalità, come pure si pensa sarebbe per il Politeama di Como, era stata quella di far sì che quello spazio destinato all’oblio tornasse a brillare, ospitando sfilate ed eventi culturali.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Un libro di corsa: Nove perfetti sconosciuti
Cultura / “Suggestioni”, a Roma la mostra di illustratori e vignettisti sulla Divina Commedia
Cultura / I limitatori del pensiero (di Ivo Mej)
Ti potrebbe interessare
Cultura / Un libro di corsa: Nove perfetti sconosciuti
Cultura / “Suggestioni”, a Roma la mostra di illustratori e vignettisti sulla Divina Commedia
Cultura / I limitatori del pensiero (di Ivo Mej)
Cultura / Un libro di corsa: Alan Turing, storia di un enigma
Cultura / Ecco “Lucia Bosè. L’ultimo ciak”, il nuovo romanzo di Laura Avalle
Costume / Imparare a parlare inglese con l’accento della famiglia reale inglese
Cultura / Il museo unico di Roma Antica proposto da Calenda? Sarebbe un errore, ma apre un dibattito
Cronaca / “Io non sono pacifista. Io sono contro la guerra”, le frasi più belle che ci ha lasciato Gino Strada
Cultura / Quando Pennacchi mi disse: "Io non sono di destra, sono i fascisti che stavano a sinistra" (di C. Sabelli Fioretti)
Cultura / Morto Antonio Pennacchi: le cause della morte dello scrittore