Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Cristiano De Andrè: “Salvin fan di mio padre? Ha ascoltato il Pescatore ma si è fermato a la la la”

Immagine di copertina

Cristiano De Andrè Salvini polemiche – Che il ministro dell’Interno Matteo Salvini fosse un amante di Fabrizio De Andrè era venuto fuori in occasione dell’anniversario della morte di Faber, lo scorso 11 gennaio. In quella circostanza, il vicepremier leghista aveva pubblicato un’immagine dell’artista genovese accompagnandola con una frase tratta da Il pescatore, una delle poesie più note del cantautore considerata un messaggio di accoglienza e tolleranza.

Sulla vicenda, che aveva suscito le ironiche reazioni degli utenti, è ora intervenuto anche Cristiano De Andrè, artista e figlio di Fabrizio. Nel corso di una conferenza stampa a Milano, nella quale ha presentato il concerto che lo vedrà protagonista insieme alla Pfm il prossimo 29 luglio all’arena di Verona, Cristiano ha risposto alle domande di chi gli chiedeva cosa ne pensasse del fatto che tra i fan del padre spuntasse anche il leader del Carroccio.

>Leggi anche: 20 anni senza De André, il figlio Cristiano a TPI: “Ogni giorno parlo con mio padre”

“Salvini dice di essere un grande fan di mio padre ma credo si sia fermato a Il pescatore, non capendo che il ‘pescatore’ era Gesù Cristo, che viene da una novella ecclesiastica. Forse non lo ha assimilato ed è rimasto al ’la la la la la la la”, ha risposto Cristiano De Andrè, facendo riferimento al celebre ritornello della canzone riletta dalla Premiata Forneria Marconi.

Il ministro dell’Interno aveva commentato sui social anche il film della Rai Fabrizio De Andrè-Il Principe Libero, interpretato da Luca Marinelli, pubblicando, in occasione dell’uscita della pellicola, un post in cui aveva scritto: “Grande, unico Fabrizio. Per una volta dico grazie alla Rai”. 

In quell’occasione, e in un’intervista rilasciata all’Agi, Cristiano De Andrè aveva dichiarato: “Matteo Salvini è un grosso fan di mio padre, un fan storico. Ci eravamo anche incontrati. E questo mi fa ben sperare, me lo auguro e mi rincuora perché chi è un fan di mio padre non credo possa fare grandi danni. Non so se ha capito tutto di mio padre, ma da una parte mi auguro che qualche cosa gli sia entrato”.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Quando Pennacchi mi disse: "Io non sono di destra, sono i fascisti che stavano a sinistra" (di C. Sabelli Fioretti)
Cultura / Morto Antonio Pennacchi: le cause della morte dello scrittore
Cultura / È morto Antonio Pennacchi: lo scrittore aveva 71 anni
Ti potrebbe interessare
Cultura / Quando Pennacchi mi disse: "Io non sono di destra, sono i fascisti che stavano a sinistra" (di C. Sabelli Fioretti)
Cultura / Morto Antonio Pennacchi: le cause della morte dello scrittore
Cultura / È morto Antonio Pennacchi: lo scrittore aveva 71 anni
Cultura / Morto Roberto Calasso, padre della casa editrice Adelphi
Cultura / Jasmin. Una storia da raccontare: un libro per ricordare e riflettere
Cultura / Il regresso dell’amore filiale
Cultura / A Vieste con Il libro possibile (XX edizione) per la seconda tappa del Festival su letteratura, legalità, scienza, attualità e musica
Cultura / La classifica aggiornata delle università italiane: Bologna l’ateneo col punteggio migliore
Cultura / “Il caso Crespi”, il libro sul caso che ha coinvolto il regista Ambrogio Crespi. La prefazione di Alfonso Giordano
Cultura / Cyclonopedia, l’entropico saggio di Reza Negarestani che racconta un mondo sconvolto