Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cucina

#welovepasta: per San Valentino una challenge legata alle “Love Story” su Instagram

Immagine di copertina
Love couple is enjoying pasta in restaurant.

In occasione del 14 febbraio, il nuovo canale IG We Love Pasta_Unionfood lancia una sfida speciale agli innamorati

14 febbraio, San Valentino. Il giorno degli innamorati è nel segno della pasta: è lei la più cliccata su Google tra i cibi afrodisiaci mentre lo spaghetto è protagonista indiscusso nei menù speciali dei migliori ristoranti italiani.

E il nuovo canale IG We Love Pasta_Unionfood dedica il 14 febbraio all’amore per la pasta con una sfida: realizzare una ricetta con il proprio formato di pasta preferito e immortalarla in una IG story con l’hashtag #welovepasta

Una cena a lume di candela con una persona speciale, davanti a un calice di bollicine e… un piatto di spaghetti: è l’istantanea del San Valentino all’italiana che ci restituisce la rete. Secondo Google Trends il 14 febbraio dell’anno scorso la pasta è stata più cliccata sul web (da 2 a 15 volte in più) di “alimenti della passione” come cioccolato, sushi, peperoncino, ostriche, o fragole. E i trend del 2020 confermano questa fotografia…

Il binomio pasta+amore è stato lanciato al cinema 65 anni fa, con la celebre scena dello spaghetto di “Lilli e il Vagabondo”. Tradizione che rivive oggi nei ristoranti italiani, dove in media 5 milioni di italiani (dati FIPE) scelgono di festeggiare il giorno degli innamorati. La quasi totalità (30 su 35) dei migliori ristoranti italiani, i più gettonati per festeggiare i momenti speciali, propone la pasta in carta. Il formato preferito? Gli spaghetti, ovviamente.

Alcuni esempi: Spaghetti al Pomo d’Oro (Quattro Passi), Spaghetti con pannocchie, salsa di zucca, mostarda e polvere di Kafa, tarassaco ed olio al finocchietto selvatico (Madonnina del Pescatore), Spaghetti con anemoni di mare, capesante, limone nero, crema di ravanelli marinati (Seta del Mandarin Oriental Hotel), Spaghettone trafilato bronzo all’anguilla affumicata e calamaretti spillo all’alloro (Enrico Bertolini al MUDEC), Spaghetti alla chitarra, pomodoro verde e ricciola bruciata (Osteria Francescana), Spaghetti alla chitarra con frutti di mare e crostacei, briciole di pane e bottarga di muggine (Enoteca Pinchiorri), Spaghettini Ricci di mare, Cardamomo nero (Lido 84), Spaghetti e Seppia (Reale).

Che la pasta sia il cibo dell’amore lo conferma anche la scienza. Il suo consumo di pasta favorisce la sintesi di insulina che, a sua volta, facilita l’assorbimento di triptofano, l’aminoacido precursore della serotonina, il cosiddetto “ormone della felicità” che regola l’umore.

In occasione di San Valentino, ricorrenza mondiale dell’amore, i pastai lanciano il canale We Love Pasta_Unionfood, dedicato proprio all’amore per la pasta, e invitano i pasta lover a realizzare una ricetta a base di pasta per celebrare l’amore in tutte le sue forme rendendola protagonista di una IG “love story”, utilizzando l’hashtag #welovepasta. Le migliori ricette verranno messe in evidenza sul canale.

We Love Pasta è la community creata dai pastai italiani per raccontare e promuovere la cultura della pasta, valorizzarne i plus come alimento “social”, di tendenza, dall’ottimo profilo nutrizionale e pilastro della Dieta Mediterranea, da sempre stile di vita sinonimo di benessere e longevità e dal moderato impatto ambientale.

Ti potrebbe interessare
Costume / “Mi vesto di bianco per salutare nonna”: l’influencer mostra l’outfit per il funerale, il web insorge | VIDEO
Costume / Questo modello del lavoro non ci rende felici. E 1,6 milioni di italiani hanno detto basta (di G. Gambino)
Costume / Il prete statunitense che racconta su TikTok di essere tornato dall’Inferno: “I demoni cantano Umbrella di Rihanna”
Ti potrebbe interessare
Costume / “Mi vesto di bianco per salutare nonna”: l’influencer mostra l’outfit per il funerale, il web insorge | VIDEO
Costume / Questo modello del lavoro non ci rende felici. E 1,6 milioni di italiani hanno detto basta (di G. Gambino)
Costume / Il prete statunitense che racconta su TikTok di essere tornato dall’Inferno: “I demoni cantano Umbrella di Rihanna”
Costume / Fedez scoppia a ridere sulla scomparsa di Emanuela Orlandi: indignazione sui social
Costume / “Il Titanic non è mai affondato”: la teoria del complotto diventa virale su TikTok
Costume / Sara Tommasi oggi vive a Sharm el-Sheikh con il marito: “Il video hard? Fui drogata e minacciata”
Costume / Il dipinto perduto “Diana ed Endimione” esiste ed è a casa di Madonna: l’appello della sindaca di Amiens
Costume / La licenza per le piattaforme di gioco in Italia
Costume / SDG User: una figura fondamentale all’interno delle aziende
Costume / “Sempre meglio la Twingo che una delle nostre”: l’ironia di Taffo sullo scontro tra Shakira e Piquè