Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cucina

I fritti di Carnevale: una golosità tipica, supportata dalla qualità di farine e ingredienti

Immagine di copertina

L’inverno sta volgendo al termine, le giornate si allungano e dopo il panettone, si inizia a pensare al profumo di frittelle e tortelli! A Carnevale dolcezza e fantasia sono di rigore, in un periodo in cui sapore e colori dominano le strade di tutta la penisola. La festa più divertente dell’anno è anche una delle più prelibate, considerando la portata dei sapori che ci regalano i tanti piatti tipici del nostro territorio.

Da nord a sud è un autentico tripudio di leccornie dalle immancabili Frittelle, declinate in tante e diverse varianti, ai Tortelli dolci, dalla Pignolata glassata, con cioccolato e crema di limone, ai Culurgiones, morbidi ravioli dal cuore di mandorla, rigorosamente fritti.

Per dolci leggeri e saporiti scegliamo la farina adeguata

I dolci della festa hanno tutti in comune la cottura, supportata dall’uso della farina per friggere. Facile ottenere gusto e qualità grazie alla scelta delle migliori farine, presenti in commercio e realizzate appositamente per i fritti della festa.

Per i dolci si rivela perfetta una soluzione dalla macinatura poco raffinata e sapientemente essiccata. Interessante la presenza della pasta madre rinfrescata con agrumi di Sicilia, per dolci fritture dorate e saporite.

La farina poco raffinata tra l’altro è sinonimo di autentico benessere, grazie all’elevata presenza di fibre naturali. Come assicurano gli esperti di settore gli amidi, miscelati sapientemente, solo la garanzia di un assorbimento limitato dell’olio, e consentono al fritto si essere assolutamente leggero e saporito, ma anche asciutto, gonfio e ben lievitato.

La tradizione italiana dei dolci di Carnevale: la farina ingrediente insostituibile

La festa più sregolata dell’anno, condita da un pizzico di follia e dal ribaltamento delle regole, si propone con la stessa dose di fantasia anche a tavola, servendo prelibatezze di pasta croccante assolutamente friabile, da gustare senza pensare troppo alla linea e al regime alimentare.

Regine incontrastate della festa sono le Chiacchiere, tipiche frittelle che ogni regione prepara secondo la propria ricetta, assegnando nomi diversi. Ed è così che nel Lazio si preparano le Frappe, in Liguria le Bugie, in Toscana i Cenci, le Frìtole a Venezia, che le celebra aggiungendo uvetta, pinoli e talvolta la crema pasticcera. A fronte di nomi diversi la sostanza non cambia, e quella gustosa striscia di pasta, delizia di grandi e piccini, è realizzata con farina di grano tenero tipo “0” (70%) e farina di grano tenero tipo 1 (20%), adeguatamente fritta in padella, e ricoperta da zucchero a velo, con l’eventuale variante del miele.

A Napoli non è Carnevale se mancano le Zeppole, realizzate con farina 00, uovo, burro, olio d’oliva e zucchero, spesso farcite con crema pasticcera. Molise, Abruzzo e Marche portano sulla tavola della festa la Cicerchiata, piccole palline di pasta fritte nello strutto e poi sommerse dal miele. La tradizione vuole che si offrano in un piatto dove sono state disposte a raggiera, per ricordare la forma di una corona.

In Piemonte la tradizione è quella delle Fiacà, schiacciatine di pane dolce dal tipico colore dorato, bucate al centro come una sorta di ombelico. Si preparano mixando farina di mais macinata finemente e farina bianca, unite a burro, zucchero, acqua, lievito e uva sultanina.

Siete pronti a riaccendere i fuochi?

Ti potrebbe interessare
Costume / Fedez si infortuna durante un allenamento: “Si è rotto un dente”
Costume / Weekend a Roma: 5 attrazioni poco conosciute
Costume / Costretta a lasciare l’azienda dopo il secondo figlio: “Se torni al lavoro ti faremo morire”
Ti potrebbe interessare
Costume / Fedez si infortuna durante un allenamento: “Si è rotto un dente”
Costume / Weekend a Roma: 5 attrazioni poco conosciute
Costume / Costretta a lasciare l’azienda dopo il secondo figlio: “Se torni al lavoro ti faremo morire”
Costume / Aeroporti di Roma festeggia 50 anni e lancia il nuovo logo
Costume / Vasco Rossi sta scrivendo una nuova canzone: “É una dedica a tutte le donne”
Costume / San Valentino 2024: le immagini romantiche da inviare al partner oggi, 14 febbraio
Costume / San Valentino 2024: le frasi e le citazioni celebri da inviare per gli auguri
Costume / San Valentino 2024: frasi e immagini romantiche da dedicare al partner domani, 14 febbraio
Costume / Sanremo, lo sfogo di Geolier: “Basta odio. Angelina Mango ha meritato la vittoria”
Costume / “Cara Rai, non ci zittirai”: la campagna social di tre giovani attiviste