Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:36
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Vende aria di mare in barattolo, la trovata di un universitario di Porto Cesareo fa impazzire i turisti

Immagine di copertina

Se è vero che bisogna essere imprenditori di sé stessi, questo ragazzo lo ha fatto nel migliore dei modi. A Porto Cesareo, nel Salento, uno studente universitario ha avuto una trovata tanto semplice quanto efficace: vendere aria di mare. I turisti, infatti, ne vanno matti. “L’idea – racconta Antonio D’Elia, l’ideatore – è nata prendendo spunto da un business americano che qualche anno fa confezionava aria delle grandi città americane in barattoli di metallo. Loro ci mettevano davvero l’aria descrivendone la derivazione. Allo stesso modo l’idea l’ho reinterpretata in versione ovviamente ironica, da souvenir e territoriale. Volevo realizzare un piccolo souvenir diverso dal solito e che potesse strappare un sorriso”.

Un’idea simile l’avevano avuta qualche anno fa i napoletani di Spaccanapoli, con l’aria della splendida città partenopea finita in bottiglia (e non mancarono le polemiche). Tra gli elementi ulteriori introdotti da questo ragazzo, il dialetto e poi la limited edition. Tre sono infatti le tipologie di aria in vendita a pochi euro. Che corrispondono ad altrettante località simbolo della costa di Porto Cesareo: “Nanzi la turre (ovvero “di fronte alla torre”, punto paesaggistico della torre di San Tommaso di Torre Lapillo), “La sapunara” (nome dell’insenatura storica di Torre Lapillo), “ientu ti tramuntana” (vento di tramontana, quello che rende lo Jonio calmo e cristallino).

I barattoli di aria di mare sono in vendita in alcuni bar della località balneare a pochi euro. I turisti, divertiti, li acquistano spesso e volentieri, vista anche la cifra modica richiesta, magari al posto delle più tradizionali cartoline. All’interno del barattolino, ovviamente, non si vede nulla. Ma per questo basta usare un po’ di fantasia, come spiega Antonio all’Agi: “Ogni barattolino, dopo essere stato confezionato, riceve la sua particolarità di profumo, metodo lasciato top secret come le grandi aziende”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vasto incendio davanti alla stazione Termini
Cronaca / Salt Bae apre il primo ristorante a Milano: “800 per la bistecca più costosa”. Il menù e i prezzi
Cronaca / Studenti in piazza a Milano, al corteo contro il governo bruciate le foto di Meloni e Draghi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vasto incendio davanti alla stazione Termini
Cronaca / Salt Bae apre il primo ristorante a Milano: “800 per la bistecca più costosa”. Il menù e i prezzi
Cronaca / Studenti in piazza a Milano, al corteo contro il governo bruciate le foto di Meloni e Draghi
Cronaca / Il primo furto a 11 anni, le aggressioni ai poliziotti: il passato di “Baby Gang”, arrestato per una sparatoria a Milano
Cronaca / Basilicata, capogruppo di Forza Italia arrestato in un’inchiesta della Dda sulla sanità. Oltre 100 indagati
Cronaca / Milano, faida dei trapper: Baby Gang e Simba La Rue arrestati per la sparatoria di corso Como
Cronaca / Di Maria, ladri nella villa del giocatore della Juve a Torino (mentre lui era in casa)
Cronaca / Roma, i tifosi del Betis Siviglia hanno trasformato Piazza del popolo in una discarica | FOTO e VIDEO
Cronaca / Riscaldamenti, il decreto del ministero: un grado e 15 giorni in meno di accensione
Cronaca / Udine, ha un malore durante una videoconferenza: muore a 32 anni davanti ai colleghi