Covid ultime 24h
casi +10.497
deceduti +603
tamponi +254.070
terapie intensive -57

Allarme terrorismo a Roma: presunto kamikaze è in fuga in Germania

Di Marco Nepi
Pubblicato il 20 Lug. 2019 alle 12:29 Aggiornato il 20 Lug. 2019 alle 12:29
0
Immagine di copertina

Il sospetto terrorista, l’uomo che al telefono ha detto “domani sarò in Paradiso” e che stava facendo tremare Roma, non si trova in Italia, bensì in Germania.

Fonti del Dipartimento di pubblica sicurezza fanno sapere che il cittadino siriano di 27 anni, indicato come potenziale minaccia per la volontà di azione suicidiaria espressa in una conversazione intercettata, è fuori dai confini nazionali.

Una notizia che fa rientrare l’allarme terrorismo che era scoppiato a Roma nella mattinata di oggi, sabato 20 luglio.

La segnalazione sulla conversazione sospetta del siriano era arrivata da un’intelligence straniera.

La Questura di Roma, dopo aver ascoltato l’intercettazione, si era immediatamente attivata, considerando credibile il pericolo che l’uomo potesse mettere in atto un attacco suicidiario nella capitale.

Le generalità del sospetto kamikaze non erano state rese n0te: si sapeva solo che aveva circa 30 anni, la barba e che era appunto originario della Siria.

Il fatto che l’uomo si trovi ora in Germania è stato confermato alle agenzie di intelligence italiane dal servizio segreto tedesco interno (Bfv).

La preoccupazione che si respirava a Roma nelle prime ore di oggi può quindi svanire. L’uomo non rappresenta una minaccia per la capitale poiché si trova fuori dai confini nazionali.

Restano ancora da chiarire diversi aspetti della vicenda: la provenienza dell’intercettazione, gli spostamenti del 27enne. Bisogna anche capire se la polizia tedesca abbia intenzione di fermare il siriano e come intenda rintracciarlo, ora che è certo che si trova in Germania.

La notizia della presenza di questo potenziale terrorista aveva comprensibilmente allarmato i romani: sede del Vaticano, la capitale è sempre nel mirino dell’estremismo di matrice islamista. Il fatto che finora non ci siano stati attentati nel nostro paese non è certo un motivo per abbassare la guardia.

Ameno in questo caso, però, il pericolo sembra definitivamente scampato.

Qui tutte le ultime notizie di cronaca 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.