Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Il Tar boccia la dieta del “guru” Panzironi e conferma i 264mila euro di multa per l’emittente tv. “Pericoloso per la salute”

Immagine di copertina

Adriano Panzironi non è un medico e la sua dieta Life 120 non allunga la vita. Il Tribunale amministrativo regionale del Lazio conferma la multa all’emittente Gm comunicazione che trasmetteva il programma dell’ex giornalista. Nel 2019, infatti, era stata multata dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni per 264mila euro. L’emittente, però, aveva presentato ricorso. Sosteneva l’eccesso di potere dell’Agcom e la violazione della libertà di stampa.

Durante il programma, Panzironi divulgava uno stile di vita che portava a escludere completamente la dieta mediterranea. Secondo lui e il fratello Roberto, la dieta Life 120 avrebbe allungato la vita fino a 120 anni. Durante la messa in onda, infatti, venivano trasmessi approfondimenti legati all’origine di alcune malattie che veniva ricondotta alla dieta mediterranea perché ricca di carboidrati. Nel corso delle puntate venivano promossi anche integratori. Per l’Agcom, questi elementi sono riconducibili alla pubblicizzazione della dieta e costituiscono, quindi, un potenziale pericolo per la salute.

Per i giudici, le testimonianze “appaiono idonee a diffondere un messaggio di sfavore verso la medicina tradizionale e di favore nei confronti degli integratori commercializzati da Adriano Panzironi, che prospetta la possibile guarigione anche da patologie gravi con evidenti possibili conseguenze dannose per la salute dei telespettatori”. I magistrati nella sentenza hanno specificato che è pericoloso collegare l’assunzione di meno zuccheri, l’attività motoria e la perdita di peso alla diminuzione o regressione di patologie gravi come tumori e patologie genetiche.

L’ex giornalista – è sospeso temporaneamente dall’albo – deve affrontare anche un processo per esercizio abusivo della professione medica partito a marzo 2020. Si sono costituiti parte civile l’Ordine dei medici del Lazio, l’Ordine dei giornalisti, l’Ordine dei biologi e l’Associazione panificatori di Confcommercio. La nuova udienza è fissata a ottobre.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Brescia, bambino ferito da un proiettile esploso da una guardia giurata: è in gravi condizioni
Cronaca / Aumentano i femminicidi in Italia: nell'ultimo anno uccise 125 donne
Cronaca / Vende aria di mare in barattolo, la trovata di un universitario di Porto Cesareo fa impazzire i turisti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Brescia, bambino ferito da un proiettile esploso da una guardia giurata: è in gravi condizioni
Cronaca / Aumentano i femminicidi in Italia: nell'ultimo anno uccise 125 donne
Cronaca / Vende aria di mare in barattolo, la trovata di un universitario di Porto Cesareo fa impazzire i turisti
Cronaca / Isola d’Elba, ritrovata viva la figlia dell’ex-super poliziotto Pippo Micalizio
Cronaca / Venezia, bimba di un anno e otto mesi muore travolta dall’auto del padre in retromarcia
Cronaca / Ferragosto, la preghiera di Papa Francesco: “I potenti del mondo destinati a rimanere a mani vuote”
Cronaca / La Sapienza di Roma unica università italiana tra le prime 150 del mondo
Cronaca / Follia a Padova, cliente dà in escandescenza perché non gradisce il menù: spacca la sedia su una cameriera
Cronaca / Davide Ferrerio, 21enne in fin di vita per uno sguardo a una ragazza
Cronaca / Senzatetto ustionato tra Casoria e Afragola: “Due ragazze gli hanno dato fuoco con il liquido infiammabile”