Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:03
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Tabaccaia perseguitata dai ladri chiede aiuto a Salvini: ecco la dura lettera al vice premier

Immagine di copertina

Tabaccaia lettera Salvini | Legittima difesa | Furti 

Tabaccaia lettera Salvini – La tabaccaia sola contro i ladri, decide di scrivere al vice premier leghista Matteo Salvini. La dura lettera è di  Rosanna Sapori, da 9 anni titolare di una tabaccheria nel bergamasco, a Zanica. La sua paura deriva dai furti subiti ripetutamente da oltre un anno.

La donna ha voluto mettere nero su bianco il disagio a cui è costretta, e renderlo noto con una lettera aperta indirizzata al leader del Carroccio: “Ancora una volta sono stata vittima. Vittima di gente senza pietà che ruba furgoni per usarli come arieti e distruggere saracinesca, porta blindata, perfino muri di cemento armato infischiandosene di antifurti e fumogeni, di carabinieri e poliziotti sempre troppo pochi per fermarli”, ha scritto la donna su Facebook e ribadito all’agenzia Adnkronos

> Cosa cambia con la legge sulla legittima difesa

Tabaccaia lettera Salvini | Il testo

“Ancora una volta mi ritrovo a ricominciare da capo, a fare i conti con un sistema che non tutela noi commercianti, che ci abbandona. Sono sei notti che dormo sul pavimento per evitare che tornino a rubarmi la mia attività, i miei sacrifici. Sono sola, a 61 anni, contro bestie in grado di fare un disastro in meno di cinque minuti. Nemmeno il cane porto con me, per paura che me lo ammazzino”, ha detto Rosanna, bersaglio di una banda che lei giura essere di uomini dell’Est Europa.

Alla tabaccaia sono rimaste soltanto le lacrime: “Mio marito non sopporta più il mio malessere, la mia è una battaglia contro i mulini a vento. Ho scritto al ministro Matteo Salvini che conosco personalmente, avendo lavorato come giornalista a Radio Padania – spiega – Per due volte in undici mesi mi hanno sfondato saracinesca, porta blindata, vetri, perfino il muro condominiale usando un furgone. Questa gente ti toglie il sonno, la voglia di andare in vacanza. Lo sa, il Signor Ministro, che il più delle volte le assicurazioni non pagano i danni perché troppo ingenti rispetto al furto?”.

Tabaccaia lettera Salvini | I ladri

Poi il post continua: “La provincia di Bergamo, così come quella di Milano, Lecco, Varese, Brescia e tutta l’Italia è flagellata da questi disgraziati che tutte le notti mettono a segno colpi che ti rovinano in alcuni casi definitivamente. Vengono dall’Est Europa, Romania, Croazia, Moldavia, Ucraina – si legge nella lettera che Rosanna Sapori ha inviato a Salvini – I suoi fari sono puntati su Lampedusa, sulle navi e le capitane che portano qualche cinquantina di neri. La sua attenzione, forse perché paga di più, è tutta per il mare. La nostra categoria è abbandonata, indifesa, super tartassata da imposte e fatture elettroniche e scontrini. Tutti i giorni siamo alla mercé di banditi che fanno irruzione per una rapina”.

“Se chiami il 112 di notte arrivano sempre dopo e sono in due. Mentre gli schifosi sono in cinque, armati fino ai denti con pistole, spranghe, coltelli. Fatti di cocaina che sembrano molle. Provi a informarsi – continua la lettera – nella sola provincia di Bergamo in una settimana quante spaccate di questo genere ci sono state. I suoi fari sono su Lampedusa e noi tabaccai rimaniamo da soli a puntare i nostri fari contro bastardi che girano impuniti. Non mi parli più di Italia e di controllo delle frontiere, quando la nostra penisola è ridotta a un colabrodo e i topi la fanno da padrone. Il cielo non è sempre più blu e la notte è scura e fa paura”.

Con questa lettera, la tabaccaia combattiva ha voluto riportare alla luce alcune priorità che il ministro dell’Interno ha lasciato indietro.

> Perché la riforma della legittima difesa è incostituzionale (in 1 minuto e 40 secondi) | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Torino, stop al fumo all’aperto: sigarette vietate a meno di 5 metri dalle altre persone
Cronaca / Ponte sullo Stretto: i dubbi del ministero dell’Ambiente, chieste integrazioni
Cronaca / Rissa sul volo Napoli-Ibiza, due donne si strappano i capelli e urlano | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Torino, stop al fumo all’aperto: sigarette vietate a meno di 5 metri dalle altre persone
Cronaca / Ponte sullo Stretto: i dubbi del ministero dell’Ambiente, chieste integrazioni
Cronaca / Rissa sul volo Napoli-Ibiza, due donne si strappano i capelli e urlano | VIDEO
Cronaca / Mattia Giani morto dopo il malore in campo, il papà: “Non c’erano medici, ambulanza in ritardo e nessuno usava il defibrillatore”
Cronaca / Prefetto di Roma: “Grandissima attenzione su eventi sportivi”
Cronaca / Napoli, sgominato nuovo clan: pizzo anche al Castello delle Cerimonie
Cronaca / Giubileo 2025, la sfida dell’accoglienza e il futuro globale di Roma
Roma / Roma, autobus in fiamme a Tor Sapienza: tre intossicati
Cronaca / Fedez contro Gramellini: “Di essere l’idolo della sinistra non mi frega un ca…”
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni