Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Svizzera, il ministro a Sgarbi: “Le regole sono uguali per tutti. Qui i deputati non hanno auto blu”

Immagine di copertina

“In Svizzera e in Canton Ticino i deputati non hanno le auto blu con i lampeggianti prioritari”, a sottolinearlo è Norman Gobbi, il responsabile leghista del Dipartimento delle Istituzioni, il ministero di Giustizia e Polizia del Canton Ticino. È arrivata, infatti, via social la risposta allo sfogo di Vittorio Sgarbi per essere stato fermato alla dogana di Chiasso – Brogeda dalla polizia cantonale e dalle guardie di confine svizzere. “Le regole sono regole, per tutti”, ha scritto Gobbi che ha ricordato: “In Ticino, i lampeggianti sono un privilegio concesso solo agli enti di pronto intervento”.

Il critico d’arte stava viaggiando su un’auto blu guidata da un agente della Polizia di Stato che aveva iniziato a sorpassare le auto nel traffico. “L’educazione è anche saper ammettere quando si sbaglia, senza giudicare ingiustamente un Paese, che, per fortuna, funziona. Buon tutto”, ha scritto Gobbi su Facebook che a Repubblica ha aggiunto “Diciamo che verso i miei uomini entrambi non si sono comportati molto bene”, in riferimento anche all’agente alla guida. Sgarbi ha definito i poliziotti che lo hanno fermato “arroganti, prepotenti e bugiardi”. Il senatore si è lamentato non solo per la multa di 500 franchi ma anche per essere stato trattenuto in auto. Sembra che anche l’autista-agente abbia insultato la polizia ticinese. In quel momento il critico d’arte stava tornando dal Locarno Film Festival e sui social ha detto che non avrebbe mai più messo piede in Svizzera.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Non raccoglie gli escrementi del suo cane: il sindaco pubblica le immagini sui social e annuncia multa
Cronaca / Aggressione omofoba a Reggio Calabria: arrestati tre giovani
Cronaca / Trovata la madre del neonato morto abbandonato tra gli scogli a Reggio Calabria: ha 13 anni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Non raccoglie gli escrementi del suo cane: il sindaco pubblica le immagini sui social e annuncia multa
Cronaca / Aggressione omofoba a Reggio Calabria: arrestati tre giovani
Cronaca / Trovata la madre del neonato morto abbandonato tra gli scogli a Reggio Calabria: ha 13 anni
Cronaca / Terrorismo: arrestato a Torino un esponente dell’Isis
Cronaca / Impagnatiello: “Andai a pranzo da mia mamma con il cadavere di Giulia nell’auto”
Cronaca / Vibo Valentia, picchiano un senza tetto e filmano la violenza: denunciati 6 minori
Cronaca / Rissa Fedez-Iovino: il video del pestaggio ripreso dalle telecamere di sorveglianza
Cronaca / Alessandro Impagnatiello in aula a Milano: “Così ho ucciso Giulia Tramontano”
Cronaca / Scarcerato il marito dell’influencer Siu. Ma resta indagato per tentato omicidio della moglie
Cronaca / Reggio Calabria, neonata trovata morta fra gli scogli