Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:51
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Strage di Marzabotto, sentenza storica: “La Germania deve risarcire”

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ GIORGIO BENVENUTI

Strage di Marzabotto, sentenza storica: “La Germania deve risarcire”

La Germania è stata condannata a risarcire le vittime della strage di Marzabotto, uno dei più gravi eccidi compiuti contro la popolazione civile durante la seconda guerra mondiale.

“Agirono seguendo l’ordine di ‘uccidere tutti e distruggere tutto’”, afferma la storica sentenza del tribunale di Bologna che ha condannato la Repubblica Federale Tedesca a risarcire le vittime delle uccisioni perpetrate a Monte Sole dal 29 settembre al 5 ottobre 1944. In meno di una settimana, fino a 1.830 persone erano state uccise da uomini delle Waffen SS, della Wehrmacht e fascisti travestiti da soldati tedeschi con l’accusa di aver fiancheggiato i partigiani. Tra le vittime anche 221 bambini sotto i 13 anni.

Secondo il tribunale civile, non si applica in questo caso l’immunità che nel 2012 la Corte penale internazionale dell’Aja ha riconosciuto agli stati per i crimini di guerra commessi dai propri soldati. “Le atrocità compiute non dipendevano da scelte individuali dei militari impegnati sul campo, bensì erano parte integrante di un preciso disegno strategico ideato al vertice del Reich”, ha scritto la giudice Alessandra Arceri, che ha dato ragione ai legali dei familiari delle vittime. Respinte invece le tesi dello stato tedesco, che aveva contestato un difetto di giurisdizione e la prescrizione del diritto al risarcimento delle vittime. A risarcire gli eredi sarà lo stato italiano, dopo la decisione della Corte costituzionale di bocciare la legge con cui l’Italia aveva recepito la sentenza sull’immunità del tribunale de l’Aia.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Marco Luis (“il bodybuilder più pompato di sempre”) è morto a 46 anni per cause ignote
Cronaca / Armato a San Pietro: arrestato a Roma super ricercato
Cronaca / Come si entra nei Servizi segreti? Ecco il bando per nuovi 007
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Marco Luis (“il bodybuilder più pompato di sempre”) è morto a 46 anni per cause ignote
Cronaca / Armato a San Pietro: arrestato a Roma super ricercato
Cronaca / Come si entra nei Servizi segreti? Ecco il bando per nuovi 007
Cronaca / In 2 anni 32.500 posti in meno negli ospedali italiani
Cronaca / Desenzano del Garda, multato per aver pulito la spiaggia del lago: parte la colletta
Cronaca / Fa retromarcia e investe il figlio di un anno: il piccolo Matteo muore dopo due giorni di agonia
Cronaca / Sostenibilità ambientale, l’Italia il Paese più virtuoso in Europa con l’80% della produzione dell’acciaio derivante dal riciclo di metalli
Cronaca / Poliziotto sottoposto a un test psichiatrico per capire se fosse gay: condannato il Ministero
Cronaca / Milano, uccisero padre violento: fratelli condannati in appello bis
Cronaca / Mattia Giani, si indaga per omicidio colposo per il calciatore morto in campo