Me

Strage di Duisburg, ecco che cosa è successo la notte del 15 agosto 2007

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 22 Mag. 2019 alle 17:17
Immagine di copertina

STRAGE DI DUISBURG COSA È SUCCESSO – Cosa è successo nella strage di Duisburg? Il 15 agosto 2007 è ricordato come il giorno in cui avvenne la strage di Ferragosto, meglio conosciuta come la Strage di Duisburg. La cittadina tedesca è stata protagonista di un terribile omicidio multiplo che ha visto tra le vittime sei giovani calabresi.

La tragedia è stata ripresa dal regista Enzo Monteleone ed è diventata fonte d’ispirazione per la pellicola Duisburg Linea di sangue. Come ha dichiarato Daniele Liotti, attore protagonista, “la vicenda è tratta da un fatto di cronaca realmente accaduto nel 2007, quando vennero uccisi sei giovani davanti a un ristorante a Duisburg in Germania per un regolamento di conti tra due famiglie di ‘ndrangheta”.

Ma cosa è successo a Duisburg?

Strage di Duisburg | Cosa è successo?

L’atto criminale compiuto a Duisburg è stato compiuto dalla ‘ndrangheta. I responsabili sono stati i Nirta-Strangio, che volevano mandare un messaggio al clan nemico Pelle-Vottari per la nota faida di San Luca, avviata nel 1991.

La Strage di Duisburg si basa proprio su questo. Le sei vittime erano giovani calabresi che hanno perso la vita nella notte del 15 agosto 2007, poco dopo aver abbandonato il ristorante italiano “Da Bruno” nel cuore di Duisburg, Germania.

Un passante ha ritrovato i cadaveri dei sei ragazzi: quattro in una Voskswagen Golf, due in un furgone Opel. Soltanto uno su sei era vivo quando sono arrivati i primi soccorsi, ma è deceduto durante il trasporto in ospedale.

Tommaso Venturi aveva compiuto appena diciotto anni e pare che i ragazzi fossero riuniti nel ristorante per festeggiare il compleanno. Francesco Giorgio, Francesco Pergola, Marco Marmo e Sebastiano Strangio hanno perso la vita nella strage di Ferragosto. Tutti e sei sono stati colpiti alla testa con un proiettile, dopo che i due killer hanno fatto esplodere ben 70 colpi.

Le indagini hanno visto la collaborazione tra la polizia tedesca e quella italiana. Le forze dell’ordine hanno immaginato che l’obiettivo fosse Marco Marmo perché sospettato di aver custodito le armi servite a uccidere Maria Strangio, moglie di Giovanni Nirta.

I funerali delle vittime si sono svolti a San Luca e poco dopo nella stessa cittadina la polizia ha arrestato 30 esponenti delle cosche.

Soltanto nel 2009 è stato arrestato l’ideatore della strage, Giovanni Strangio. L’anno seguente è toccato anche ai suoi partner in crime, Giuseppe e Sebastiano Nirta.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

La strage di Duisburg verrà riportata in televisione dal film della Rai, in onda il 22 maggio 2019 in prima serata.