Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Messina: scoperti oltre 20 boss mafiosi con il reddito di cittadinanza

Immagine di copertina

Sicilia: scoperti boss della mafia con il reddito di cittadinanza

Almeno 20 boss condannati definitivamente per mafia, o loro familiari, avrebbe incassato illegittimamente il reddito di cittadinanza.

È quanto scoperto dagli agenti della guardia di finanza di Messina, che hanno denunciato 25 persone e sequestrato i 330mila euro complessivamente riscossi dagli indagati.

I mafiosi indagati appartengono ai clan più importanti della città di Messina: dai Santapaola-Romeo ai Batanesi-Bontempo Scavo fino ai Cintorino.

Tra le attività illecite per cui i soggetti coinvolti nell’indagine risultano essere stati condannati, spiccano le estorsioni, l’usura, il traffico di sostanze stupefacenti, il voto di scambio, il maltrattamento e l’organizzazione di competizioni non autorizzate di animali.

Reati omessi dai familiari dei boss condannati nel momento in cui è stata presentata la domanda di sussidio. Il reddito di cittadinanza, infatti, è riconosciuto ai nuclei familiari che, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio, siano in possesso dei requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno, reddituali e patrimoniali previsti dalla legge e che non siano stati condannati, nell’ultimo decennio, con sentenza passata in giudicato, per reati di mafia.

Leggi anche: 1. Papa Francesco proclamerà santo Rosario Livatino, il “giudice ragazzino” ucciso dalla mafia / 2. Agrigento, il killer del giudice Livatino tra i beneficiari del reddito di cittadinanza / 3. Castaldi (M5S): “Su Colleferro e il reddito di cittadinanza strumentalizzazione penosa. Ma i controlli devono aumentare”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Riceve bolletta da 33mila euro, 75enne colpita da un malore: ora la prima vittoria in tribunale
Cronaca / L’Aquila, la conducente dell’auto: “Errore umano, marcia tolta inavvertitamente”
Cronaca / Benvenuti nella Kaliningrad italiana: così gli oligarchi russi si sono radicati in Toscana
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Riceve bolletta da 33mila euro, 75enne colpita da un malore: ora la prima vittoria in tribunale
Cronaca / L’Aquila, la conducente dell’auto: “Errore umano, marcia tolta inavvertitamente”
Cronaca / Benvenuti nella Kaliningrad italiana: così gli oligarchi russi si sono radicati in Toscana
Cronaca / “Giù le mani dagli alpini. Se siete lesbiche non rompete i co****ni”: insulti alla consigliera delle pari opportunità di Roma
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, Viola: “Potrebbe dipendere da un calo immunità collettiva”
Cronaca / Covid, 26.561 casi e 89 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'11,4%
Cronaca / La mamma del bimbo morto nell’incidente all’asilo: “Un dolore sovrumano, chiediamo silenzio”
Cronaca / Mali, tre italiani e un togolese rapiti da uomini armati: sequestrata una coppia con bambino
Cronaca / Ossigenoterapia, desametasone, plasma: cosa funziona e cosa no per il Covid
Cronaca / La vera storia di Feltrinelli