Sgombero palazzo occupato a Roma, in via Cardinal Capranica interviene la polizia: barricate e cariche. Salvini: “Nessuno sconto” | VIDEO

Di Donato De Sena
Pubblicato il 15 Lug. 2019 alle 06:47 Aggiornato il 15 Lug. 2019 alle 14:24
0

Sgombero Roma, in via Cardinal Capranica interviene la polizia | VIDEO

SGOMBERO ROMA VIA CARDINAL CAPRANICA – Poliziotti in assetto antisommossa in azione nella periferia Nord di Roma per lo sgombero, previsto per oggi, lunedì 15 luglio 2019, di uno storico palazzo occupato a Primavalle, in via Cardinal Capranica, un ex scuola. Già nella tarda serata di ieri gli agenti della Polizia di Stato e i blindati erano già schierati nella zona pronti ad intervenire in caso di disordini e per l’operazione. In mattinata è poi iniziato lo sgombero. (Qui foto e video di TPI)

Decine di occupanti dell’ex scuola di Primavalle sono stati costretti a uscire dallo stabile. Tanti stranieri, molti sono usciti spingendo passeggini con bambini. La polizia al megafono ha continuato a mandare messaggi tranquillizzanti: “Intanto uscite, poi si troveranno le soluzioni abitative”. Ma gli ormai ex occupanti hanno manifestato la loro disperazione: “Ci è stato detto di uscire in 10 minuti”. Alcuni hanno mostrato documenti. Gli ex occupanti hanno cominciato a radunare i loro averi nel cortile della struttura, dove erano presenti anche due squadre di polizia e carabinieri.

Tra i più disperati c’era una donna italiana che ancora non ha lasciato l’immobile e ha avuto un duro scambio verbale con la polizia. “Io sono italiana come voi – sono state le sue parole – dite sempre prima gli italiani ma prima gli italiani un c… Dove vado io adesso? Come lo pago l’affitto? Rispondentemi. Nelle case famiglia non ci vado…”.

Sgombero Roma, nella notte in strada poliziotti e manifestanti

Alcuni degli occupanti dello stabile sono scesi in strada nella notte per chiedere chiarimenti e si sono organizzati per mobilitarsi e tentare di evitare lo sgombero. È quindi iniziata una trattativa, con gli occupanti che hanno chiesto soluzioni alternative e centinaia di persone arrivate nella zona da tutta Roma per manifestare la propria solidarietà.

Lo stabile è occupato da anni. Dalle 5 del mattino i movimenti contro lo sgombero avevano annunciato un “muro popolare”. Alcune decine di occupanti rimanevano intanto barricati dentro la struttura per scongiurare l’intervento delle forze dell’ordine. Tutta l’area è stata blindata.

Sgombero Roma, la tensione: barricate, lancio di oggetti, rogo, cariche

Non sono mancati momenti di tensione. In mattinata c’è stato un fitto lancio di oggetti dalle finestre dell’immobile occupato contro i poliziotti. Alcuni occupanti hanno incendiato anche dei copertoni promettendo “di resistere allo sgombero”. Attorno al palazzo occupato le forze dell’ordine avevano creato un’ampia zona di protezione inaccessibile.

C’è stato anche un grande rogo di rifiuti. Dal rogo è salito un fumo nero, visibile anche a distanza. E dall’interno dell’ex scuola si sentivano urla e cori di protesta.

Sgombero Roma, i video di TPI da via Cardinal Capranica

Ecco alcuni video di TPI da via Cardinal Capranica. Una colonna di fumo dal palazzo occupato:

Intervista a Giuseppe De Marzo, coordinatore nazionale della Rete dei numeri pari:

Sgombero Roma, il commento Salvini: “Nessuna tolleranza”

La vicenda dello sgombero a Roma in via Cardinal Capranica è oggetto di un aspro scontro politico. Il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle sono contrari a prove di forza per liberare gli stabili, ma sembra prevalere nettamente la linea dura dettata dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Il vicepremier e leader della Lega in mattinata ha dichiarato: “Nessuna tolleranza e nessuno sconto ai violenti che occupano, incendiano e attaccano le Forze dell’Ordine. Lo stabile è pericolante, immigrati e centri sociali che fanno le barricate mettono a rischio l’incolumità di donne e bambini. I cittadini romani e gli italiani meritano legalità. Stiamo recuperando anni di assenza”.

Lo scontro politico

La consigliera regionale Marta Bonafoni, presidente del Gruppo Lista Civica Zingaretti, arrivata nella zona di via Cardinal Capranica intorno alle 2 di notte, via Facebook ha parlato di “blindati a decine, poliziotti in assetto antisommossa, i vigili del fuoco, l’ambulanza, un elicottero che ci vola sulla testa”. E ancora: “Da una parte un paio di centinaia di militanti del movimento per la casa urlano al megafono tutta la loro rabbia di fronte a uno sgombero che doveva avvenire all’alba e invece è stato anticipato di ore, con questa assurda zona rossa. Dall’altra una marea di forze di polizia, arrivate anche da fuori”.

All’interno del palazzo ci sono circa 200 persone, decine sono minori. Famiglie e bambini si sono ritrovati in strada.

> Le notizie di cronaca di TPI

Il deputato Pd Matteo Orfini ha dichiarato: “Ancora una volta a Roma si considera l’emergenza abitativa come una questione di ordine pubblico mentre è una drammatica questione sociale. Quello che sta accadendo a Primavalle non è accettabile: la militarizzazione al posto del dialogo è l’ennesima dimostrazione della volontà di dichiarare guerra alla povertà. Si evitino inutili prove di forza nei confronti di chi ha la sola colpa di trovarsi in difficoltà”.

sgombero roma

Sui social sono subito circolate informazioni e foto sullo sgombero e sulla polizia schierata in assetto antisommossa. Su Twitter le immagini degli agenti della Polizia vengono accompagnate da messaggi come: “L’occupazione è sotto assedio, la gente determinata a resistere dentro e per strada”, “Aumenta lo schieramento di forze del disordine a Cardinal Capranica per eseguire lo sgombero e buttare in strada 78 famiglie con 80 bambine e bambine”, “Buttare in strada minori, ragazze madri, disoccupati senza offrire loro altro tipo d’aiuto è vergognoso e indegno”.

sgombero roma

Sgombero via Cardinal Capranica a Roma, Giuseppe De Marzo (Rete dei Numeri Pari) a TPI: “Pensiamo al disagio di questi bambini”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.