Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Seregno, è agli arresti domiciliari ma chiede di tornare in carcere: “Non sopporto più la mia compagna”

Immagine di copertina

Pur di non stare più con la sua compagna, ha chiesto di lasciare i domiciliari e tornare in carcere. Un uomo di 41 anni, pregiudicato di origini salvadoregne, è stato arrestato dai carabinieri a Seregno (Monza). Visibilmente ubriaco, ha minacciato il suicidio mentre teneva in mano un coltello. L’uomo è attualmente ai domiciliari per scontare la fine di una condanna per rapina. Alla vista dei militari, però, il 41enne ha chiesto di essere riportato in carcere perché, ha detto, “non sopporto più la mia compagna”.

L’uomo è stato condannato in via definitiva per rapina, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali commessi a Milano nel 2013, poi lo scorso marzo aveva ottenuto il beneficio dei domiciliari. La convivenza con la compagna, la loro figlia di sei anni e un’altra figlia della donna, per l’uomo sarebbe però divenuta insopportabile. A suo dire, lei lo “sgridava troppo” perché beveva, e lui reagiva con insulti e botte. Dopo l’ennesimo intervento nella loro abitazione, i carabinieri lo hanno arrestato. I giudici del Tribunale di sorveglianza, anche a causa di una situazione conflittuale e a rischio, hanno accolto la richiesta: l’uomo così da martedì pomeriggio sta continuando a scontare la sua pena in carcere.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Putin annette le regioni ucraine: “Saranno russe per sempre. Ora disposti a negoziare”
Cronaca / Carminati e Buzzi condannati in via definitiva: la Cassazione rigetta il ricorso
Cronaca / Abano Terme, 30enne accoltellato a morte: confessa la fidanzata
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Putin annette le regioni ucraine: “Saranno russe per sempre. Ora disposti a negoziare”
Cronaca / Carminati e Buzzi condannati in via definitiva: la Cassazione rigetta il ricorso
Cronaca / Abano Terme, 30enne accoltellato a morte: confessa la fidanzata
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Scuola: algoritmo impazzisce e lascia i supplenti senza posto di lavoro
Cronaca / Svaligiato il ristorante dello chef Cannavacciuolo a Torino
Cronaca / Roma, professore taglia ciocca capelli a ragazza iraniana: “Non sostieni la protesta?”
Cronaca / Napoli, professore ucciso: fermato un collaboratore scolastico
Cronaca / Morto sul lavoro operaio vicino Teramo, caduto dal tetto per dieci metri
Cronaca / Roma, ballerina travolta dagli insulti per aver messo la sua foto in un annuncio