Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Sea Watch, Di Battista: “I migranti sbarchino, poi vengano ridistribuiti negli altri Paesi Ue”

Immagine di copertina

Sea Watch | Di Battista | Sbarco migranti | M5S

SEA WATCH DI BATTISTA M5S – Dai “porti chiusi” di Matteo Salvini ai porti aperti di una parte del Movimento 5 Stelle. Le posizioni degli esponenti della maggioranza giallo-verde sulla vicenda della Sea Watch 3 dimostrano (confermano) quanto sia variegato il fronte governativo sui migranti. L’ultimo intervento che sembra distante dalla linea dura della Lega è quella di Alessandro Di Battista, il massimo rappresentante dell’ala ortodossa M5S che si contrappone a quella moderata di Luigi Di Maio, che dice sì allo sbarco.

Sea Watch Di Battista | Sbarco migranti | M5S

“Occorre – ha detto l’ex deputato – combattere il problema alla radice, non saranno muri, fili spinati a porti chiusi a frenare qualcosa di negativo, perché i flussi sono un qualcosa di negativo, sono deportazioni. Mentre la Sea Watch è ferma in questo momento continuano a sbarcare tante persone” in Italia.

Di Battista è intervenuto nel corso della presentazione del suo libro a Roma, alla Mondadori del quartiere Prati. “Io li farei sbarcare, perché intervenga la magistratura per poi ridistribuire questi disgraziati in altri Paesi”, ha aggiunto.

“Ciò che occorre – ha continuato l’ex parlamentare – non è semplice, occorre combattere la radice del problema altrimenti tra sei mesi staremo da capo a dodici. Il tema migratorio oggi è la più grande arma di distrazione di massa, mentre il popolo viene diviso con dichiarazioni anche assurdo chi detiene il potere continui a spartirsi l’Italia sulla nostra pelle. Mentre in questi 14 giorni questi disgraziati stanno su una nave, quante persone sono decedute nel deserto in Africa?”.

Dire “aiutiamoli a casa loro è penoso”, ha aggiunto Di Battista sulla Sea Watch. “Non potrei accettare nessun incarico, pagato con denaro pubblico, senza prima passare per le elezioni. Io ritornerò ad avere uno salario pubblico solo se i cittadini lo vorranno attraverso le elezioni”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giulia Torelli, l’influencer choc su Instagram: “I vecchi non devono votare. Sono rincogli**iti”. È bufera
Cronaca / Cardinal Zuppi (Cei): “Eletti siano a servizio di tutti. Ci faremo sentire anche con severità”
Cronaca / Il marito la picchia con uno smartphone davanti alla figlia di 4 anni: salvata da una telefonata anonima
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giulia Torelli, l’influencer choc su Instagram: “I vecchi non devono votare. Sono rincogli**iti”. È bufera
Cronaca / Cardinal Zuppi (Cei): “Eletti siano a servizio di tutti. Ci faremo sentire anche con severità”
Cronaca / Il marito la picchia con uno smartphone davanti alla figlia di 4 anni: salvata da una telefonata anonima
Cronaca / Boom di accessi su Pornhub nel giorno delle elezioni politiche
Cronaca / Renato Zero davanti all'hotel di Giorgia Meloni: "È un regime"
Cronaca / Trento, 18enne scompare mentre va a scuola: ritrovato lo zaino non lontano dall’abitazione
Cronaca / Il nipote di Rino Gaetano contro Giorgia Meloni: “Non usi sue canzoni per festeggiare vittoria”
Cronaca / Vercelli, drogano la figlia di 13 anni e la costringono a prostituirsi
Cronaca / Caro bollette: gli hotel fanno prezzi folli ma non è solo colpa del gas
Cronaca / Bonus 200 euro per autonomi, da domani via alle domande