Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Lo zio di Saman Abbas rompe il “patto” e rivela dove è sepolta la ragazza: forse convinto da un imam

Immagine di copertina

Ci vorrà l’analisi del Dna per averne la certezza, ma la salma ritrovata a circa 500 metri dalla casa dove abitava Saman Abbas appartiene con ogni probabilità proprio alla 18enne Pakistana di Novellara uccisa per aver rifiutato un matrimonio combinato. A portare i carabinieri verso i ruderi dell’ex latteria, in una stanza piccola e stretta, è stato lo zio della giovane, Danish Hasnain, accusato di aver commesso materialmente l’omicidio, la notte tra il 30 aprile e il primo maggio 2021.

Sabato mattina gli scavi hanno fatto riaffiorare la forma dei piedi, delle ginocchia e dei gomiti della ragazza. Secondo le carte dell’inchiesta lo zio, i cugini (Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq) e i genitori (Shabbar Abbas e Nazia Shaheen), tutti accusati dell’omicidio, avevano “giurato sul Corano di non parlare mai del delitto”. Lo ha rivelato il cugino Ijaz ai magistrati. Ma Hasnain ha deciso di parlare. Alcune fonti rivelano che abbia preso la decisione dopo la visita in carcere da parte di un religioso, mentre altri sostengono che lo abbia fatto per ottenere uno sconto di pena, visto che le prove a suo carico sono diverse. Secondo il fratello minorenne della vittima sarebbe stato proprio lui a strangolare Saman, per poi nascondere il cadavere con l’aiuto dei cugini.

Agli atti c’è anche una chat in cui, nelle ore successive al delitto, Hasnain ha scritto a una donna: “Abbiamo fatto un lavoro fatto bene”. L’uomo era scappato in Francia, dove è stato arrestato e poi estradato. Si è sempre dichiarato innocente. Shabar Abbas, il padre di Saman, è invece attualmente detenuto a Islamabad, in Pakistan.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Interventi contro i meridionali”, Vittorio Feltri andrà a processo per istigazione all’odio razziale
Cronaca / Violenta una 15enne e la costringe a prostituirsi: arrestato 64enne
Cronaca / Torino, gruppo di antagonisti assalta una Volante davanti alla questura. Mattarella esprime solidarietà agli agenti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Interventi contro i meridionali”, Vittorio Feltri andrà a processo per istigazione all’odio razziale
Cronaca / Violenta una 15enne e la costringe a prostituirsi: arrestato 64enne
Cronaca / Torino, gruppo di antagonisti assalta una Volante davanti alla questura. Mattarella esprime solidarietà agli agenti
Cronaca / Minaccia di buttarsi da 17 metri, paura a Pescara: si negozia da 18 ore
Cronaca / Trenitalia, nuove regole sui bagagli e sul trasporto di passeggini, bici e strumenti musicali. Poi lo stop
Cronaca / Melissa Satta non ci sta e querela: “Basta, definita ‘sex addicted’ per la rottura con Berrettini”
Cronaca / Migranti, l’ong non si accordò con gli scafisti: chiesta l’archiviazione per il caso Iuventa
Cronaca / Il 4 novembre sarà la “Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate”: via libera alla legge
Cronaca / Gruppo FS e il MAECI insieme per gli italiani nel mondo
Cronaca / “Lasciateci insegnare!”: la mobilitazione di Sinistra Universitaria