Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:34
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Salvini torna a proporre la castrazione chimica: stavolta nel mirino ci sono gli “stupratori di Catania”

Immagine di copertina

“Per i vermi violentatori di Catania, che hanno stuprato una turista, nessuno sconto: certezza della pena e castrazione chimica!”. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, rompe così il silenzio sul caso che ha scosso la città etnea riproponendo un vecchio cavallo di battaglia della Lega.

Proclami già ascoltati dopo i casi di Desirée, a Roma, e di Piacenza, lo scorso luglio. Un “post” ricorrente, classico commento “da Facebook”, che viene da lontano.

Era il 2015 quando la “castrazione chimica” fece la comparsa, per la prima volta, sulla bacheca di quello che oggi è il “responsabile” della sicurezza in Italia.

“CASTRAZIONE CHIMICA per strupratori e pedofili. Da anni viene utilizzata come cura negli Stati Uniti, in Germania, Svezia, Danimarca, Norvegia, Spagna, Polonia, Inghilterra. La Lega la propone da tanto tempo anche in Italia”.

Stesso annuncio dopo il caso di Rimini, dove una turista polacca venne stuprata da un “branco” sulla spiaggia romagnola: “Ci sono quattro vermi ricercati. Se li prendono, la galera non basta, sono stanco di ripeterlo: castrazione chimica, e non lo fanno più”.

Il leader leghista si è mostrato “duro” anche quando a stuprare è stato un minorenne. “Se colpevoli, minorenni o no, castrazione chimica e poi a casa loro!”, aveva scritto, sempre dopo il caso di Rimini.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ddl Zan, il testo della nota ufficiale inviata dal Vaticano all’ambasciata italiana
Cronaca / Barbara D'Urso: "Ho paura, lo stalker è stato visto sotto casa mia"
Cronaca / Alessandra Mussolini a favore di adozioni gay e del ddl Zan: “Io e Luxuria ormai siamo amiche”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ddl Zan, il testo della nota ufficiale inviata dal Vaticano all’ambasciata italiana
Cronaca / Barbara D'Urso: "Ho paura, lo stalker è stato visto sotto casa mia"
Cronaca / Alessandra Mussolini a favore di adozioni gay e del ddl Zan: “Io e Luxuria ormai siamo amiche”
Cronaca / Consiglio di Stato annulla sentenza Tar e ordinanza sindaco: la produzione prosegue
Cronaca / I sandali, l’allarme dopo 9 ore e le tracce di sangue: cosa non torna del ritrovamento di Nicola Tanturli
Cronaca / Perché c’è Spiderman alla messa del Papa
Cronaca / La madre di Nicola racconta la scelta di vita nei boschi: “Non volevo sfruttare né essere sfruttata”
Cronaca / “Appena ci ha visto si è messo a piangere”: le parole del giornalista che ha ritrovato Nicola
Cronaca / Mugello, ritrovato vivo il bambino di 2 anni che era scomparso
Cronaca / Schiamazzi notturni, acqua e candeggina su alcuni giovani: 20enne finisce all'ospedale