Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Salerno, accoltella la figlia lesbica insieme alla compagna perché rifiuta la loro relazione: “Così morite insieme”

Immagine di copertina

Agghiacciante episodio di omofobia a Salerno, dove un padre ha accoltellato la figlia e la compagna della ragazza perché rifiutava la loro relazione. I fatti, divenuti noti nelle ultime ore, sono avvenuti lo scorso 6 agosto a Salerno. L’aggressione è stata denunciata dalle due giovani ai Carabinieri di Crotone. “Mio padre ci ha detto: ‘Voglio fare 30 anni di carcere: volete morire insieme? È arrivato il momento’, e poi ci ha colpito”, racconta la ragazza.

Incredibile anche il comportamento della mamma: “Mia madre ha assistito all’aggressione e non ha fermato mio padre, anzi ha provato a bloccarci mentre scappavamo”. A rendere nota la notizia è stato il consigliere regionale campano di Europa Verde Francesco Borrelli, che parla di “storia folle e agghiacciante”. Le due donne, Francesca e Immacolata, la prima 39enne di Crotone e la seconda 23enne della provincia di Napoli, sono arrivate a Salerno per lavorare. Lì  sono state ospitate a casa di una parente di Immacolata, dove poi è avvenuta l’aggressione omofoba.

“Papà mi diceva che aveva provato ad accettare quella relazione per il mio bene. Ma poi negli ultimi tempi mi ripeteva spesso: ma non ti fa schifo stare con una donna? Non ti fa schifo baciarla?”, spiega Immacolata. La sua famiglia sapeva di questa relazione, che va avanti da circa un anno, ma non l’aveva mai accettata. “La sera del 6 agosto papà aveva invitato Francesca al bar a prendere un prosecco. Ma io li avevo seguiti da lontano perché ero inquieta. Poco prima aveva detto: “Voglio fare trent’anni di carcere, preferisco”. Io non capivo a cosa si riferisse però mi aveva fatto paura. Quando sono tornati dal bar ho notato che era un po’ brillo. Ho visto Francesca e l’ho abbracciata. È stato allora che ha tentato di accoltellare la mia compagna gridando: “Meglio fare trent’anni di carcere, morite assieme””.

“Entrambe abbiamo riportato qualche ferita, ma siamo riuscite a scappare. Fino alle 5 del mattino però mio padre ci ha inseguite e minacciate. Abbiamo chiamato il 112 e i carabinieri sono intervenuti accompagnandoci nel nostro domicilio di Salerno per fare le valigie e tornare poi a Crotone in sicurezza -racconta Immacolata – Lui ad oggi nega tutto, ma abbiamo le prove di quello che ha fatto”. Le due giovani sono quindi tornate in Calabria e si sono anche recate al Pronto Soccorso dell’ospedale di Crotone per farsi medicare e hanno denunciato l’accaduto ai Carabinieri. Sul corpo avevano numerose escoriazioni e ferite lievi di arma da taglio.

“Io e Francesca stiamo insieme da un anno, e i miei hanno sempre saputo tutto — racconta la giovane napoletana —. Anche prima di lei mi sentivo attratta dalle ragazze. Ma poi litigavo con i miei e provavo a stare con un ragazzo. Una volta mi hanno cacciata di casa e non sapevo dove andare. Ho convissuto con un uomo quattro anni, ma ero infelice. Ho conosciuto Francesca e il coraggio mi è tornato”. Diversa invece la reazione della famiglia di Francesca, che l’ha sempre aiutata. “Il problema è che qui al Sud è molto difficile per noi, a volte è impossibile dire la verità o tenersi per la mano se sei dello stesso sesso. Conosco tantissimi amici, gay e lesbiche, che ancora si nascondono perché hanno paura. E invece bisogna avere coraggio affinché le cose cambino”. Ora Immacolata e Francesca si trovano in una zona protetta. Un triste episodio che ci ricorda quanto mai sia necessaria una legge contro l’omotransfobia, visto che l’Italia è rimasto l’unico dei grandi Paesi europei a non avercela.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Furgone per trasporto disabili finisce sotto un tir sulla A4: ci sono 6 morti
Cronaca / Vasto incendio davanti alla stazione Termini
Cronaca / Salt Bae apre il primo ristorante a Milano: “800 per la bistecca più costosa”. Il menù e i prezzi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Furgone per trasporto disabili finisce sotto un tir sulla A4: ci sono 6 morti
Cronaca / Vasto incendio davanti alla stazione Termini
Cronaca / Salt Bae apre il primo ristorante a Milano: “800 per la bistecca più costosa”. Il menù e i prezzi
Cronaca / Studenti in piazza a Milano, al corteo contro il governo bruciate le foto di Meloni e Draghi
Cronaca / Il primo furto a 11 anni, le aggressioni ai poliziotti: il passato di “Baby Gang”, arrestato per una sparatoria a Milano
Cronaca / Basilicata, capogruppo di Forza Italia arrestato in un’inchiesta della Dda sulla sanità. Oltre 100 indagati
Cronaca / Milano, faida dei trapper: Baby Gang e Simba La Rue arrestati per la sparatoria di corso Como
Cronaca / Di Maria, ladri nella villa del giocatore della Juve a Torino (mentre lui era in casa)
Cronaca / Roma, i tifosi del Betis Siviglia hanno trasformato Piazza del popolo in una discarica | FOTO e VIDEO
Cronaca / Riscaldamenti, il decreto del ministero: un grado e 15 giorni in meno di accensione