Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:53
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Rimini, chiama il 112 e ordina una pizza: così si salva dal marito violento

Immagine di copertina

Ha chiamato il 112 dicendo di voler ordinare una pizza, in realtà era una richiesta d’aiuto, perché impaurita dal marito ubriaco. Gli agenti della polizia di Stato hanno subito capito che c’era qualcosa che non andava, vista quell’insolita richiesta. L’operatore radio del numero di emergenza ha subito inviato sul posto una volante, per verificare cosa stesse accadendo. L’intervento degli agenti è stato provvidenziale, dato che si stava consumando l’ennesima violenza in famiglia.

I poliziotti sono riusciti a entrare nell’abitazione dove c’era una donna in preda all’ansia, preoccupata per l’atteggiamento violento del marito ubriaco. Sul balcone c’era l’uomo, visibilmente alticcio, che indossava solo degli slip. Alla vista degli agenti, il marito, infastidito, ha cominciato a inveire e a minacciare di morte la compagna, cercando anche lo scontro fisico, incurante della presenza del figlio quindicenne che, impaurito, si era rinchiuso nella sua cameretta. L’uomo ha anche cercato più volte di colpire gli agenti. Così per lui è scattato l’arresto per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. I fatti sono avvenuti lo scorso mercoledì, 8 giugno, a Rimini.

La vittima avrebbe poi raccontato ai poliziotti di convivere da circa un anno con quell’uomo, il quale negli ultimi mesi rincasava spesso ubriaco. Il marito si sarebbe già reso responsabile di percosse e minacce, ma per paura lei non lo aveva mai denunciato. Al termine degli accertamenti di rito, l’uomo è stato accompagnato in carcere in attesa della convalida dell’arresto. Determinante è stata l’intuizione dell’operatore radio del 112, che si è subito reso conto che dietro quella strana richiesta di una pizza si nascondeva un reale pericolo e il bisogno di aiuto.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Marmolada, il video del crollo del grande blocco di ghiaccio
Cronaca / Tragedia Marmolada, Messner: “Seracchi si staccano per caldo globale”
Cronaca / Dieci gradi in più sulla Marmolada, crolla ampio blocco di ghiaccio: almeno 6 morti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Marmolada, il video del crollo del grande blocco di ghiaccio
Cronaca / Tragedia Marmolada, Messner: “Seracchi si staccano per caldo globale”
Cronaca / Dieci gradi in più sulla Marmolada, crolla ampio blocco di ghiaccio: almeno 6 morti
Cronaca / Trapani, muore cadendo in un pozzo alla festa del suo 40esimo compleanno
Cronaca / Napoli, gli danno fuoco mentre è in videochiamata con la fidanzata: grave 36enne
Cronaca / Meteo, quando arriva la tregua al caldo? Martedì i primi temporali: ecco dove
Cronaca / La Cei appoggia lo Ius scholae: “Basta con le ideologie, è una riforma che serve all’Italia”
Cronaca / Morto Aldo Balocco, l’inventore del panettone mandorlato
Cronaca / Aborto, lo tsunami pro-life può travolgere anche l’Italia
Cronaca / A Torino la prima laurea nel Metaverso: Edoardo all’esame dal vivo e con l’avatar