Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Regno Unito, un giudice ha rifiutato l’asilo ad un migrante gay perché non abbastanza “effemminato”

Immagine di copertina
Credits: Michal CIZEK / AFP

Il giudice ritiene che il richiedente asilo non sia credibile perché "il suo comportamento" non era abbastanza gay e non si guardava intorno nella stanza in maniera abbastanza effemminata

Nel Regno Unito un giudice ha rifiutato la richiesta d’asilo di un migrante perché “non si comportava da gay e non si guardava intorno nella stanza in maniera effemminata”. La denuncia della decisione del giudice arriva dall’avvocatessa Rehana Popal che ha postato su twitter un messaggio in cui commenta il rifiuto della richiesta d’asilo.

“Sto leggendo la decisione di un giudice che sembra arrivare dal XVI secolo (vi rivelo che siamo nel 2019). Il giudice ritiene che il richiedente asilo non sia credibile perché “il suo comportamento” non era abbastanza gay e non si guardava intorno nella stanza in maniera abbastanza effemminata.

Rehana riporta anche un’altra nota a margine della decisione, il giudice scrive che “sulla scena gay i giovani sono molto apprezzati”. “Sono disgustata, scioccata e allibita”, commenta Rehana.

asilo rifiutato migrante gay

Leila Zadeh, direttrice del gruppo immigrazione gay e lesbiche del Regno Unito ha dichiarato: “Purtroppo questa non è l’unica volta in cui abbiamo visto un giudice prendere una decisione basata su stereotipi. Ci sono altre determinazioni che contengono commenti su come le donne lesbiche hanno scelto di acconciarsi i capelli. Ci sono giudici che non credono all’orientamento sessuale dei richiedenti asilo perché non hanno avuto più partner sessuali». Un caso che ci ricorda quanto gli stereotipi all’interno della società possano essere pericolosi e necessitano di essere combattuti”.

Brighton: cronache dal gay pride più famoso del Regno Unito

Regno Unito, dal 2020 corsi obbligatori sulle “relazioni gay e trans” a scuola

La Scozia è il primo paese a introdurre l’insegnamento sui diritti LGBTI nelle scuole

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccino, Sileri: “Prima o poi la terza dose dovremo farla tutti”
Cronaca / Papa Francesco: “La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto”
Cronaca / Regeni, il procuratore Pignatone: “Giulio torturato per una settimana. Collaborazione con Egitto altalenante”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccino, Sileri: “Prima o poi la terza dose dovremo farla tutti”
Cronaca / Papa Francesco: “La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto”
Cronaca / Regeni, il procuratore Pignatone: “Giulio torturato per una settimana. Collaborazione con Egitto altalenante”
Cronaca / Decreto green pass: via le sanzioni per chi va a lavoro senza. Novità anche per cinema e teatri
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%