Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:23
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Il programma politico di Giuseppe Conte per il M5S: ecco le 5 stelle nel suo manifesto

Immagine di copertina
Giuseppe Conte. Credit: ANSA

In una lettera al Corriere della Sera il futuro leader dei 5 Stelle formula una proposta per il futuro dell’Europa e del Movimento

Le nuove “cinque stelle” per l’Europa di Giuseppe Conte

Il futuro leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte ha proposto le sue “cinque stelle” per il futuro dell’Europa, auspicando un passo in avanti dell’Unione verso un “Umanesimo europeo”. In una lettera inviata al Corriere della Sera in occasione la Conferenza sul Futuro dell’Europa, iniziata ufficialmente oggi, l’ex presidente del Consiglio ha articolato una proposta in cinque in punti dedicati a salute, lavoro, economia, multilateralismo, democrazia partecipativa, basati “dell’esperienza di governo sin qui maturata e il lavoro svolto dal Movimento 5 Stelle a Bruxelles”.

La conferenza, inizialmente prevista il 9 maggio dell’anno scorso ma rinviata di un anno per la pandemia di nuovo coronavirus, mira a rilanciare il progetto democratico europeo e dell’Unione Europea, valutando una revisione dei trattati fondamentali. L’ultima revisione risale al 2007, quando è stato firmato il Trattato di Lisbona.

Salute

Nel primo punto, dedicato alla salute, Conte chiede di “rafforzare le competenze e gli strumenti dell’Ue in ambito sanitario” e di “puntare più decisamente” sugli investimenti comuni e la cooperazione nella ricerca scientifica, affermando che “la salute deve essere tutelata nello stesso modo in ogni angolo dei nostri territori”.

Lavoro

Dopo aver affermato che “veniamo da lustri segnati da molteplici crisi economiche, sociali, sanitarie, che hanno messo a nudo tutte le fragilità della nostra casa comune” l’ex presidente del Consiglio ha chiesto al secondo punto l’istituzione di un salario minimo europeo, definendolo un “primo passo fondamentale per restituire dignità alle lavoratrici e ai lavoratori”.

“In Europa lo sfruttamento dei lavoratori più deboli, con taglio dei diritti e dei salari al fine di guadagnare competitività, è ancora una pratica molto diffusa”, ha scritto, ricordando che in Europa nell’ultimo decennio i lavoratori sotto la soglia di povertà sono aumentati del 12%.

Economia

Per quanto riguarda la politica economica europea, Conte ha chiesto che il programma Next Generation EU per la ripresa economica post pandemica, sia “incorporato, in modo strutturale e permanente, nell’architettura istituzionale europea”. “Dobbiamo superare le rigide regole del Fiscal Compact, introducendo lo scorporo degli investimenti nel green, nella ricerca, nell’istruzione e nella cultura dal pareggio di bilancio”, ha detto, affermando che l’Italia è stata “protagonista” nella promozione del Next Generation EU.

Conte ha chiesto anche “la fine dell’unanimità nelle politiche fiscali” per poter arrivare “a un bilancio pluriennale europeo all’altezza delle nostre ambizioni e a una fiscalità europea equa e giusta, che possa sanare le attuali asimmetrie che generano indebiti vantaggi competitivi”.

Multilateralismo

Sulla politica estera, Conte ha chiesto che l’Europa si doti “di strumenti più efficaci e assumere maggiori responsabilità” e che l’UE sia in grado “di poter agire, quando necessario, anche in via autonoma”, pur privilegiando l’azione multilaterale e la cooperazione euro-atlantica

Il leader designato del movimento fondato da Beppe Grillo, chiede che l’UE sia in grado di “affrontare e rimuovere le cause profonde che generano i fenomeni migratori nei Paesi di origine e di transito, dotandosi di un sistema di asilo comune, in modo da superare i meccanismi del regolamento di Dublino in senso genuinamente solidale”.

Democrazia partecipativa

All’ultimo punto, Conte afferma che l’Europa dovrebbe aumentare “le possibilità e l’incisività della partecipazione diretta nei propri processi decisionali” e chiede di dare la possibilità ai cittadini potranno di “avanzare proposte da calendarizzare obbligatoriamente in discussione per una prima lettura al Parlamento europeo” oltre a porre le condizione per introdurre un referendum a livello europeo e riforme che risconoscano al parlamento europeo “un vero diritto di iniziativa legislativa e poteri di controllo nei confronti della Commissione”.

Leggi anche: Conte: “Mio governo caduto per interessi economici e politici. Renzi? Forse si è prestato all’operazione” /
 Caro Conte, anche tu hai tenuto i porti chiusi (di G. Cavalli)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Treviso, uccisa a coltellate mentre prendeva il sole: l’assassino si è costituito
Cronaca / Covid, oggi 951 nuovi casi e 30 morti: il bollettino del 23 giugno
Cronaca / Ddl Zan, il testo della nota ufficiale inviata dal Vaticano all’ambasciata italiana
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Treviso, uccisa a coltellate mentre prendeva il sole: l’assassino si è costituito
Cronaca / Covid, oggi 951 nuovi casi e 30 morti: il bollettino del 23 giugno
Cronaca / Ddl Zan, il testo della nota ufficiale inviata dal Vaticano all’ambasciata italiana
Cronaca / Barbara D'Urso: "Ho paura, lo stalker è stato visto sotto casa mia"
Cronaca / Alessandra Mussolini a favore di adozioni gay e del ddl Zan: “Io e Luxuria ormai siamo amiche”
Cronaca / Consiglio di Stato annulla sentenza Tar e ordinanza sindaco: la produzione prosegue
Cronaca / I sandali, l’allarme dopo 9 ore e le tracce di sangue: cosa non torna nel ritrovamento di Nicola Tanturli
Cronaca / Perché c’è Spiderman alla messa del Papa
Cronaca / La madre di Nicola racconta la scelta di vita nei boschi: “Non volevo sfruttare né essere sfruttata”
Cronaca / “Appena ci ha visto si è messo a piangere”: le parole del giornalista che ha ritrovato Nicola