Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Firenze, prof all’alunna in Dad per infortunio: “Fatti portare a scuola o ti spezzo l’altra gamba”. Denunciata

Immagine di copertina

“Vedi di farti accompagnare a scuola, sennò ti spezzo pure l’altra gamba”. La frase è stata pronunciata lo scorso 5 marzo da un’insegnante a un’alunna in Dad durante una lezione online. La ragazza ha difficoltà nell’apprendimento, ed era assente per un infortunio alla gamba accaduto a fine gennaio. L’insegnante ha poi aggiunto: “Smetti di stare a casa a coccolarti la gamba, vieni a scuola che ti vogliamo vedere in presenza. Sono sicura che venerdì prossimo la tua gamba starà bene”.

Ascoltate le parole della professoressa, l’alunna si è messa a piangere e ha chiamato i genitori, entrambi insegnanti. Il padre della studentessa ha scritto il giorno seguente alla dirigente scolastica del liceo ed ha presentato un esposto all’Ufficio Scolastico Regionale senza tuttavia ottenere da parte dell’istituto una presa di posizione formale né l’apertura di un procedimento disciplinare a carico della docente. I genitori si sono quindi rivolti all’avvocato Pierluigi D’Antonio che ha scritto alla dirigente scolastica, all’Ufficio Scolastico Regionale ed al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, denunciando l’accaduto.

Le frasi sono sono state registrate, in quanto l’alunna, a causa della sua difficoltà di apprendimento, registrava le lezioni in Dad per poterle riascoltare. Lo riferisce l’avvocato Pierluigi D’Antonio, a cui i genitori della ragazza si sono rivolti dopo aver presentato un esposto all’Ufficio scolastico regionale, senza ottenere da parte dell’istituto una presa di posizione formale né l’apertura di un procedimento disciplinare a carico dell’insegnante.

La vicenda ora finirà davanti alla procura di Firenze con una denuncia-querela da parte dei genitori della ragazza affinché sull’episodio venga aperta un’indagine. “Un’alunna fragile con difficoltà dell’apprendimento obbligata alla immobilità per una distorsione al ginocchio si è sentita rivolgere dall’insegnante la frase che l’ha fortemente mortificata”, ha commentato l’avvocato Pierluigi D’Antonio a cui si sono rivolti i genitori della studentessa.

Leggi anche: Professore rimprovera studentessa durante l’esame in Dad e lei scoppia in lacrime: interviene la madre | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Cronaca / È morta l’ultima figlia (illegittima) di Mussolini: chi era Elena Curti
Cronaca / Covid, intera famiglia stroncata dal virus: non erano vaccinati
Cronaca / No vax pentito scrive un libro: “Ho creduto di morire, spero di convincere i dubbiosi”
Cronaca / Fabio Fazio contro i no vax: “Disinformazione riempie ospedali, non si può dare spazio”
Cronaca / Bassetti: “Tutti prenderanno la variante Omicron entro l’inizio dell’estate”
Cronaca / Melandri scaricato da uno sponsor dopo le dichiarazioni sul Covid: “Prendiamo le distanze”
Cronaca / La previsione del capo di Pfizer: “L’attuale ondata di Covid-19 sarà l’ultima con le restrizioni”