Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Pescatori sequestrati in Libia: Conte e Di Maio ricevono i familiari a Palazzo Chigi

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 29 Set. 2020 alle 16:32
30
Immagine di copertina

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha ricevuto a Palazzo Chigi i familiari dei 18 pescatori di Mazara del Vallo bloccati in Libia dallo scorso primo settembre. All’incontro ha preso parte anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

L’incontro è avvenuto dopo che i familiari dei pescatori avevano passato l’intera notte incatenati nella piazza di Montecitorio, a Roma. I parenti dei 18 marittimi dopo l’incontro hanno spiegato a TPI che la speranza di rivedere presto i propri cari è ancora tanta, ma che la stanchezza per continue rassicurazioni sulla vicenda comincia a farsi sentire.

“Ho avuto sensazioni positive da questo incontro. Da un lato mi fido, dall’altro sono passati troppi giorni. Sono ben 29 i giorni trascorsi da quando non vediamo i nostri pescatori. Oggi finalmente l’incontro con le più alte cariche che stanno seguendo il caso. Sentiamo però sempre le stesse cose, è  difficile anche per le famiglie”, spiega a TPI Marco Marrone, l’armatore di uno dei due battelli. “Parlare col presidente guardandosi negli occhi è un’altra cosa. Questo in parte mi rassicura. Ma abbiamo bisogno di sapere che cosa succederà”.

Leggi anche: 1. Libia, Haftar tiene in ostaggio 18 pescatori siciliani e chiede in cambio 4 scafisti libici. “La Farnesina dice di stare tranquilli” / 2. I pescatori sequestrati in Libia verranno processati da un tribunale militare di Bengasi a ottobre / 3. Di Maio in Libia, dagli accordi commerciali alla lotta al terrorismo: tutti i dossier aperti con Tripoli

30
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.