Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:46
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Palermo, mamma schiaffeggia il professore della figlia: “Ha afferrato mia figlia per un braccio”

Immagine di copertina

Alla scuola media Borgese. La ragazza, stando al racconto dell'insegnante, disturbava la lezione entrando e uscendo dall'aula senza autorizzazione

Palermo, mamma schiaffeggia il professore della figlia dopo un rimprovero

La mamma di un’alunna della scuola media Borgese di Palermo schiaffeggia un professore dopo la telefonata della figlia. “Mi ha messo le mani addosso”, avrebbe detto la tredicenne al telefono. Ma il racconto dei testimoni alla polizia, intervenuta sul posto, è più complessa.

Secondo una prima ricostruzione, l’insegnante, docente di storia e geografia, avrebbe chiesto all’alunna di non interrompere la lezione uscendo dall’aula senza autorizzazione. Un “invito” che la giovane, con il suo comportamento, avrebbe declinato più volte.

A quel punto, per riportarla al suo posto, il professore l’avrebbe presa per un braccio per accompagnarla dal corridoio fino al banco. A quel punto la ragazza sarebbe uscita urlando dalla classe per telefonare alla madre.

“Mi ha messo le mani addosso, vieni subito”, avrebbe detto la ragazza al telefono. La madre della studentessa, quindi, scortata dalla nonna, è arrivata di gran corsa alla scuola media Borgese. Ha superato la sicurezza e si è diretta nell’aula dove, trovato il docente che faceva lezione, lo ha schiaffeggiato.

I colleghi e il personale Ata hanno chiamato la polizia. Gli agenti intervenuti hanno ascoltato la madre della studentessa, il docente e alcuni colleghi che avevano assistito alla scena. Ora toccherà alla vittima dell’aggressione decidere se sporgere o meno denuncia nei confronti della famiglia.

È stato inoltre convocato un consiglio di classe straordinario per valutare la posizione della studentessa, il cui cognome sarebbe già comparso diverse volte nella casella delle note di demerito dei registri scolastici.

“Io licenziata perché transessuale”: la denuncia della prof allontanata da scuola dopo sole 2 settimane
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Non raccoglie gli escrementi del suo cane: il sindaco pubblica le immagini sui social e annuncia multa
Cronaca / Aggressione omofoba a Reggio Calabria: arrestati tre giovani
Cronaca / Trovata la madre del neonato morto abbandonato tra gli scogli a Reggio Calabria: ha 13 anni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Non raccoglie gli escrementi del suo cane: il sindaco pubblica le immagini sui social e annuncia multa
Cronaca / Aggressione omofoba a Reggio Calabria: arrestati tre giovani
Cronaca / Trovata la madre del neonato morto abbandonato tra gli scogli a Reggio Calabria: ha 13 anni
Cronaca / Terrorismo: arrestato a Torino un esponente dell’Isis
Cronaca / Impagnatiello: “Andai a pranzo da mia mamma con il cadavere di Giulia nell’auto”
Cronaca / Vibo Valentia, picchiano un senza tetto e filmano la violenza: denunciati 6 minori
Cronaca / Rissa Fedez-Iovino: il video del pestaggio ripreso dalle telecamere di sorveglianza
Cronaca / Alessandro Impagnatiello in aula a Milano: “Così ho ucciso Giulia Tramontano”
Cronaca / Scarcerato il marito dell’influencer Siu. Ma resta indagato per tentato omicidio della moglie
Cronaca / Reggio Calabria, neonata trovata morta fra gli scogli