Me

Padre affronta lo stalker della figlia 13enne: “Io tua figlia la stupro quando voglio”

L'episodio è avvenuto a Perugia

Di Marco Nepi
Pubblicato il 22 Ott. 2019 alle 08:01 Aggiornato il 22 Ott. 2019 alle 08:15
Immagine di copertina

Perugia, padre affronta lo stalker della figlia ma riceve una denuncia

La piccola 13enne presentava un malessere, si era chiusa in se stessa ed era sempre connessa al cellulare. A soli 13anni era troppo per la sua famiglia.

Così il papà scopre che il motivo di quel comportamento erano i messaggi che un ragazzo più grande, ma minorenne, scriveva a sua figlia in chat.

L’episodio è avvenuto a perugia. Lo stalker scriveva alla piccola messaggi volgari ed erotici, cercando di spingersi sempre più oltre per molestarla online.

Il padre riesce a rintracciare il ragazzo e ad affrontarlo, ma la reazione è del tutto inaspettata.

“Io tua figlia la sbatto e la violento, tu non mi puoi fare niente perché sono minorenne, non mi puoi toccare, faccio quello che mi pare perché non sono punibile”, dice lo stalker al padre.

Dopo pochi giorni arriva al papà la denuncia per lesioni personali e minacce da parte del ragazzo, il quale sosteneva che l’uomo l’aveva maltrattato.

Per il papà si tratta di querela ritorsiva.

“Da genitore avrei anche io fatto un rimprovero al ragazzo per far cessare i pesanti tentativi di avvicinamento alla figlia, mentre, dal punto di vista processuale, rappresenteremo al giudice che l’intervento del genitore era doveroso e perciò consentito in quanto espressione di un obbligo giuridico di protezione del benessere dei figli”, ha dichiarato al Messaggero l’avvocato Tudisco, che assiste la famiglia.