Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Padova, donna incinta viene rimandata a casa dall’ospedale, dopo tre ore partorisce una bimba morta

Immagine di copertina
Immagini generiche da Pixabay

Il caso lo scorso 27 novembre al presidio di Schiavonia, Monselice. La Procura ha aperto un'inchiesta

Donna incinta rimandata a casa: partorisce bimba morta

Una donna incinta va in ospedale e viene rimandata a casa. Tre ore più tardi partorisce una bimba morta. E’ una dolorosa vicenda avvenuta al nosocomio di Schiavonia, nel comune di Monselice, in provincia di Padova, che ha portato all’apertura di un’inchiesta da parte della Procura. A raccontarla è oggi il quotidiano Il Mattino di Padova.

I fatti risalgono al 27 novembre scorso, precisamente alle ore 22.40, quando la donna, 27 anni, alla 39esima settimana di gravidanza, si presenta al Pronto soccorso dell’ospedale di Schiavonia pensando di essere prossima al parto. Viene sottoposta a una visita ginecologica e poi rimandata a casa, ma tre ore dopo viene colpita da un’altra emorragia ed è costretta a tornare di corsa in ospedale, dove viene sottoposta a un taglio cesareo urgente con una diagnosi di distacco placentare. Un’intervento che si rivela inutile visto che il neonato, una bimba, nascerà morto.

Le notizie di cronaca di TPI

Come spiega Il Mattino di Padova, la Procura di Padova ha aperto un’inchiesta dopo la denuncia dei genitori della piccola, residenti nell’Estense, ora distrutti dal dolore e decisi a capire se la tragedia era evitabile o meno. L’avvocato padovano della coppia, Matteo Mion, ha dichiarato che “il caso merita un approfondimento da parte della procura”. “Appare almeno il sospetto di una possibile responsabilità medica visto che il bimbo è nato morto al termine di una gravidanza regolare. È chiaro che qualcosa è andato storto e che il personale sanitario avrebbe dovuto essere più scrupoloso di fronte alle condizioni della gestante”. La denuncia all’autorità giudiziaria viene richiesto di effettuare diversi accertamenti, compresa un’autopsia sulla piccola neonata.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie
Cronaca / I buchi nelle indagini sulla strage di Capaci: quelle tracce mai seguite
Cronaca / Rimorchiatore affonda al largo di Bari, 5 morti: “Capitano trovato vivo su una zattera”
Cronaca / Il pm Tescaroli a TPI: “Sulla strage di Capaci presunti interessi esterni a Cosa nostra”
Cronaca / Falcone e quelle indagini naufragate su Mattarella e Gladio
Cronaca / ESCLUSIVO TPI: Falcone spiato da apparati dello Stato durante l’interrogatorio (finora ignoto) a Licio Gelli