Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 12:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Scatta l’operazione Eos: così il vaccino sarà distribuito in Italia

Immagine di copertina
Un aereo dell'esercito italiano all'aeroporto di Pratica di Mare. Credit: ANSA/GIUSEPPE LAMI

Con l'arrivo delle prime dosi di vaccino anti-Covid in Italia prende il via l'operazione Eos, disposta dal ministero della Difesa

Con l’arrivo delle prime dosi di vaccino anti-Covid in Italia prende il via l’operazione Eos, disposta dal ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, su richiesta del Commissario straordinario Domenico Arcuri in collaborazione con il ministero della Salute.

L’operazione ha l’obiettivo di distribuire in sicurezza su tutto il territorio nazionale le fiale dei vaccini della Pfizer e di altre case farmaceutiche. L’operazione Eos è articolata in due fasi: ecco come si procederà.

Le fasi dell’operazione Eos: la distribuzione del vaccino Pfizer

Per quanto riguarda le prime 9.750 dosi arrivate oggi in Italia, i mezzi e gli aeromobili militari contribuiranno a distribuirle recapitandole a destinazione. Ad occuparsi del servizio di scorta ai movimenti via terra è l’Arma dei Carabinieri.

Le dosi saranno prima stoccate presso l’ospedale Spallanzani di Roma e poi distribuite nelle altre Regioni per consentire all’intero Paese di partecipare, domenica 27 dicembre, al “Vaccine day europeo”.

Dall’ospedale Spallanzani, una parte dei vaccini sarà trasportata all’aeroporto di Pratica di Mare dove 5 aerei (due C27J dell’Aeronautica, due Dornier Do. 228 dell’Esercito e un P-180 della Marina) raggiungeranno le mete più lontane. Gli altri vaccini raggiungeranno le destinazioni via terra con un impegno complessivo di 60 autoveicoli e circa 250 militari.

Le dosi dei vaccini di Pfizer che arriveranno successivamente, così come previsto dal Piano vaccini, saranno invece consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla Struttura commissariale in accordo con le Regioni.

La distribuzione degli altri vaccini

In una seconda fase, non appena saranno disponibili i vaccini di tipo ‘”cold” delle altre case farmaceutiche, come AstraZeneca e Moderna, le Forze Armate, in base alle indicazioni fornite dal Commissario straordinario, saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale.

L’hub principale per lo stoccaggio delle dosi diventerà l’aeroporto di Pratica di Mare da dove le fiale partiranno per raggiungere i 21 “Sub Hub”, strutture militari dislocate in tutte le Regioni che garantiscono le necessarie misure di sicurezza. Da qui partiranno per essere consegnati ai siti di somministrazione.

Per l’attuazione del piano è previsto l’utilizzo di 11 aerei, 73 elicotteri e oltre 360 autoveicoli. Saranno usati anche gli shelter frigo in dotazione alla Difesa. Per entrambe le tipologie di vaccini, in accordo alle richieste del servizio sanitario regionale e locale, la Difesa prevede di costituire, inoltre, delle postazioni vaccinali fissi e mobili (Presidi Vaccinali Difesa- PVD) attraverso la riconversione dei “Drive Through Difesa”, attualmente operativi in tutta Italia per effettuare i tamponi e contribuire, insieme al Ministero della Salute, all’attività di screening.

Nel caso sia necessario, il personale sanitario delle Forze Armate sarà disponibile per eventuale somministrazione anche con team mobili nelle Rsa o a domicilio per i cittadini con difficoltà motorie.

Leggi anche: 1. Le prime dosi del vaccino Pfizer sono arrivate in Italia: nelle prossime ore la consegna allo Spallanzani /2. Lidia, la rianimatrice che si vaccinerà domenica: “Dedico il vaccino a un paziente morto a 37 anni”/3. Emma, tra le prime italiane a sottoporsi al vaccino negli Usa, a TPI: “È la luce in fondo al tunnel”; /4. “Sul piano di vaccinazione altri Paesi pronti da mesi. In Italia tutto in ritardo, avremo grossi problemi”. Dagli Usa parla a TPI il prof Enrico Bucci

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scuola, il piano Bianchi “copia” Azzolina e ha paura di nominare la didattica a distanza
Cronaca / Sicilia, Sardegna e Lazio rischiano la zona gialla entro fine agosto
Cronaca / Il 58,82% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scuola, il piano Bianchi “copia” Azzolina e ha paura di nominare la didattica a distanza
Cronaca / Sicilia, Sardegna e Lazio rischiano la zona gialla entro fine agosto
Cronaca / Il 58,82% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / “Non vi azzardate a vaccinarmi”: le parole di una 50enne no vax prima di essere intubata per Covid
Cronaca / Licata, consigliere comunale ex Lega spara 4 colpi di pistola contro il socio in affari
Cronaca / 6.171 casi e 19 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività 2,7%
Cronaca / “Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna. La situazione peggiora”: Zaki scrive dal carcere
Cronaca / “Siamo nella quarta ondata di Covid, aumentano i morti”: i dati della Fondazione Gimbe
Cronaca / Pfizer: dopo 6 mesi vaccino meno efficace. Si avvicina la terza dose
Cronaca / Il 58,12% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale