Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Covid, Oms: “La pandemia non finirà con Omicron”

Immagine di copertina
Credit: Michael Nagle/Xinhua via ZUMA Press

Covid, Oms: “La pandemia non finirà con Omicron”

Omicron non sarà l’ultima variante della pandemia di Covid-19. Lo ha dichiarato un alto funzionario dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), sottolineando come, anche se l’ondata di omicron potrebbe essere vicina alla fine in molti paesi occidentali, in futuro potrebbero emergere nuove varianti.

“Potreste essere usciti dall’ultima ondata di omicron”, ha detto alla Bbc Maria van Kerkhove, responsabile tecnica per la pandemia di Covid-19 dell’Oms. “In molti paesi come il Regno Unito, dove la popolazione ha un alto livello di immunità dalle infezioni e dalla copertura vaccinale, inizierete a vedere una differenza. Siete in una fase differente della pandemia”, ha aggiunto, ricordando tuttavia come ancora 3 miliardi di persone siano in attesa della prima dose del vaccino, nonostante siano già state somministrate ben 10 miliardi di dosi in tutto il mondo.

“Abbiamo ancora una popolazione altamente suscettibile, anche se ci sono alcuni paesi che sono andati più avanti, il resto del mondo ci sta ancora in mezzo. È un problema globale, dobbiamo affrontarlo con soluzioni globali”, ha specificato l’epidemiologa. “Non finirà con quest’ultima ondata di omicron e non sarà l’ultima variante di cui ci sentirete parlare”.

Nell’intervista all’emittente britannica, van Kerkhove ha anche criticato l’ipotesi di eliminare la quarantena per i positivi, allo studio del governo britannico. “Penso che sia prematuro. Penso che ci debba essere una ragione chiara del motivo per cui debba essere abbandonata”, ha detto l’esperta, riguardo l’annuncio del primo ministro Boris Johnson sulla possibilità di anticipatamente la scadenza delle regole per la quarantena, prevista attualmente per il 24 marzo. “Se non si isolano i casi, il virus si diffonderà tra le persone”, ha aggiunto.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Cronaca / Gratteri a La7: “Minacce di morte? Ho paura ma cerco di addomesticarla. Se mi fermo, mi sento un vigliacco”
Cronaca / Ilaria Capua: “Mi fermo per un anno. Il Covid ha cambiato le priorità di tutti noi, anche personali”
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Cronaca / Roma, venditore di rose dà fuoco ai capelli di una ragazza: “Era deluso dalle poche vendite”
Cronaca / La giocatrice di basket difende il suo allenatore: “Non c’è stato nessuno schiaffo, avevo sbagliato un tiro”