Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Covid, Oms: “La pandemia non finirà con Omicron”

Immagine di copertina
Credit: Michael Nagle/Xinhua via ZUMA Press

Covid, Oms: “La pandemia non finirà con Omicron”

Omicron non sarà l’ultima variante della pandemia di Covid-19. Lo ha dichiarato un alto funzionario dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), sottolineando come, anche se l’ondata di omicron potrebbe essere vicina alla fine in molti paesi occidentali, in futuro potrebbero emergere nuove varianti.

“Potreste essere usciti dall’ultima ondata di omicron”, ha detto alla Bbc Maria van Kerkhove, responsabile tecnica per la pandemia di Covid-19 dell’Oms. “In molti paesi come il Regno Unito, dove la popolazione ha un alto livello di immunità dalle infezioni e dalla copertura vaccinale, inizierete a vedere una differenza. Siete in una fase differente della pandemia”, ha aggiunto, ricordando tuttavia come ancora 3 miliardi di persone siano in attesa della prima dose del vaccino, nonostante siano già state somministrate ben 10 miliardi di dosi in tutto il mondo.

“Abbiamo ancora una popolazione altamente suscettibile, anche se ci sono alcuni paesi che sono andati più avanti, il resto del mondo ci sta ancora in mezzo. È un problema globale, dobbiamo affrontarlo con soluzioni globali”, ha specificato l’epidemiologa. “Non finirà con quest’ultima ondata di omicron e non sarà l’ultima variante di cui ci sentirete parlare”.

Nell’intervista all’emittente britannica, van Kerkhove ha anche criticato l’ipotesi di eliminare la quarantena per i positivi, allo studio del governo britannico. “Penso che sia prematuro. Penso che ci debba essere una ragione chiara del motivo per cui debba essere abbandonata”, ha detto l’esperta, riguardo l’annuncio del primo ministro Boris Johnson sulla possibilità di anticipatamente la scadenza delle regole per la quarantena, prevista attualmente per il 24 marzo. “Se non si isolano i casi, il virus si diffonderà tra le persone”, ha aggiunto.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Interventi contro i meridionali”, Vittorio Feltri andrà a processo per istigazione all’odio razziale
Cronaca / Violenta una 15enne e la costringe a prostituirsi: arrestato 64enne
Cronaca / Torino, gruppo di antagonisti assalta una Volante davanti alla questura. Mattarella esprime solidarietà agli agenti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Interventi contro i meridionali”, Vittorio Feltri andrà a processo per istigazione all’odio razziale
Cronaca / Violenta una 15enne e la costringe a prostituirsi: arrestato 64enne
Cronaca / Torino, gruppo di antagonisti assalta una Volante davanti alla questura. Mattarella esprime solidarietà agli agenti
Cronaca / Minaccia di buttarsi da 17 metri, paura a Pescara: si negozia da 18 ore
Cronaca / Trenitalia, nuove regole sui bagagli e sul trasporto di passeggini, bici e strumenti musicali. Poi lo stop
Cronaca / Melissa Satta non ci sta e querela: “Basta, definita ‘sex addicted’ per la rottura con Berrettini”
Cronaca / Migranti, l’ong non si accordò con gli scafisti: chiesta l’archiviazione per il caso Iuventa
Cronaca / Il 4 novembre sarà la “Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate”: via libera alla legge
Cronaca / Gruppo FS e il MAECI insieme per gli italiani nel mondo
Cronaca / “Lasciateci insegnare!”: la mobilitazione di Sinistra Universitaria