Omicidio di Piacenza, interrogatorio di Massimo Sebastiani: chiesta la perizia psichiatrica

Al vaglio degli inquirenti un video che mostra l'ultima fase del delitto. Domani l'autopsia sul corpo della donna

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 10 Set. 2019 alle 11:34 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 18:32
0
Immagine di copertina
Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani

Omicidio di Piacenza, lungo interrogatorio per Massimo Sebastiani

È stato un lungo interrogatorio quello di Massimo Sebastiani, l’uomo accusato di aver ucciso l’amica Elisa Pomarelli, 28 anni, in quello che in questi giorni è finito sulle cronache nazionali come l’omicidio di Piacenza. Iniziato alle 10 di questa mattina, 10 settembre, i magistrati e l’avvocato difensore di Sebastiani, Mauro Pontini, sono usciti dal carcere delle Novate, ben oltre le 14. Il legale ha annunciato di aver presentato la richiesta di una perizia psichiatrica per il suo assistito.

E ha aggiunto, parlando con il quotidiano locale on line Piacenzasera: “Ha confermato tutto quello che aveva già detto sabato notte in caserma. Aveva già confessato il delitto davanti al Pubblico ministero”. Sebastiani ha ucciso Elisa Pomarelli per “ossessione affettiva e malessere psicologico, come scritto nell’ordinanza del pubblico ministero”. Il gip, al termine, ha confermato la custodia cautelare in carcere.

Dopo l’omicidio, che dovrebbe essere avvenuto lo scorso 25 agosto, giorno in cui i due sono scomparsi, l’uomo si è nascosto in un casolare abbandonato a Sariano di Gropparello, non lontano dal pollaio di casa sua, in cui avrebbe strangolato la donna, e dal luogo in cui poi ha nascosto il cadavere.

Il video dell’omicidio di Piacenza

Intanto, è stato rivelato che dell’omicidio di Elisa Pomarelli, o meglio dell’ultima parte dell’omicidio di Piacenza, ci sarebbe un video. Le immagini del sistema di sicurezza dell’officina meccanica dove lo stesso 45enne lavorava come tornitore, praticamente dietro casa sua, è già da giorni nelle mani della Procura di Piacenza e del Ris.

Probabilmente è stato proprio guardando quelle immagini che i magistrati piacentini hanno scoperto il delitto. Tanto da cambiare il reato da sequestro di persona, per il quale si indagava nei primi giorni della scomparsa della coppia, a omicidio volontario e occultamento di cavare. Sono questi i due capi di imputazione dell’arresto di Massimo Sebastiani, avvenuto sabato scorso a Sariano di Gropparello nella casa dell’ex suocero Silvio Perazzi. L’ex suocero di Sebastiani sarà invece interrogato domani in merito all’accusa di favoreggiamento con la quale è stato anch’egli arrestato su disposizione del pm Ornella Chicca.

Elisa Pomarelli, mercoledì l’autopsia

Altre risposte sull’omicidio di Piacenza potranno arrivare dall’autopsia sul corpo di Elisa Pomarelli. Secondo fonti vicine alla procura, l’autopsia potrebbe svolgersi domani, mercoledì 11 settembre, a cura del medico legale dell’istituto di Pavia. Servirà per accertare con precisione le cause della morte di Elisa.

> “Gigante buono”, “amore non corrisposto”, “raptus”: il femminicidio di Piacenza dimostra una narrazione sensazionalistica e maschilista (di G. Cavalli)

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.