Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Omicidio di Luca Sacchi: Anastasia colpita con una mazzata, un amico della vittima il “contatto” con i pusher

Immagine di copertina

Un amico della vittima era il "contatto" con i pusher

Omicidio Luca Sacchi, Anastasia colpita con una mazzata

Continuano ad emergere particolari sull’omicidio di Luca Sacchi, il ragazzo di 24 anni ucciso con un colpo di pistola alla testa la scorsa settimana a Roma, nel quartiere Appio Latino.

Il gip nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti dei due arrestati per il delitto, Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, citando un testimone oculare, ha ribadito che Anastasia è stata colpita con una violenta mazzata alla testa prima dell’omicidio del fidanzato.

Nel provvedimento di sette pagine, il giudice cita la testimonianza di “un amico di Luca Sacchi presente al momento dei fatti” che ha “dichiarato di aver raggiunto, verso le 23 circa, nei pressi del pub, l’amico Luca e la sua fidanzata Anastasia per trascorrere assieme la serata”.

Il testimone spiega di essersi “allontanato di qualche passo per telefonare” e “notava giungere lungo via Bartoloni una vettura di colore grigio con strisce nere sui fianchi che parcheggiava a pochi metri di distanza da Luca e Anastasia. Scendevano due uomini entrambi con i capelli corti, uno dei quali indossava una tuta di ginnica color nero, mentre l’altro una tuta ginnica di colore chiaro che reggeva in mano una mazza di colore nero con una sfera all’estremità. I due uomini gridavano alla ragazza di consegnare loro lo zaino che aveva a tracolla e senza attendere la consegna quello con la tuta chiara la colpiva violentemente la testa”.

Luca Sacchi – si legge ancora nell’ordinanza riportando il racconto del testimone – “spingeva con forza l’assalitore, facendolo cadere, quindi quello con la tuta nera si avvicinava esplodendo ad un paio di metri distanza un colpo che attingeva Luca alla testa quindi i due rapinatori fuggivano immediatamente a bordo dell’auto sulla quale erano giunti, dileguandosi lungo via Mommsen”.

Omicidio Luca Sacchi, i killer non erano soli. Il racconto della fidanzata non convince gli investigatori

La testimonianza

Nell’ordinanza vengono riportate anche le parole di Del Grosso, riferite da alcuni testimoni. “Non volevo ucciderlo, il rinculo della pistola me lo ha fatto colpire in testa”, avrebbe raccontato il ragazzo accusato dell’omicidio ad alcuni amici.

In particolare un teste ha confermato di “avere contattato Andrea Del Grosso (fratello dell’arrestato, ndr) avendo saputo che a sparare a Sacchi era stato Valerio, il quale lo aveva personalmente confidato la sera precedente ad un’altra persona, proferendo le parole “ho fatto una cazzata” e aggiungendo di aver sparato ad una persona”.

Il gip aggiunge che “peraltro dopo l’incontro con Andrea Del grosso, il testimone ha ricevuto una telefonata di Valerio il quale nel corso di un successivo appuntamento”, anche alla presenza di altre persone, “mimando il gesto con una mano ha riferito: ‘non volevo ucciderlo, il rinculo della pistola me lo ha fatto colpire in testa’”.

Salvini, se la Polizia torna utile solo quando sta muta e muta si fa solo indossare (di G. Cavalli)

Un amico di Luca Sacchi era il contatto con i pusher

Novità anche sul “contatto” tra Luca Sacchi e la fidanzata Anastasia con la rete di pusher guidata da Valerio Del Grosso. Stando a quanto riportato nell’ordinanza sarebbe “un amico intimo di Luca Sacchi”, un “pregiudicato per reati inerenti agli stupefacenti”, il “contatto” tra Luca e Anastasia e la rete di pusher guidata da Valerio Del Grosso.

Rintracciato dagli inquirenti il pregiudicato ha “confermato la sua presenza” nel locale “in compagnia di Luca e Anastasia” ha, però, “negato di conoscere Del Grosso e i due testimoni”. Uno dei testimoni ascoltati dagli inquirenti ha affermato che “al momento dell’esplosione del colpo di pistola” all’interno del pub era presente anche l’amico di Sacchi che però si è allontanato “prima dell’arrivo dei carabinieri”.

Si tratta di un soggetto con precedenti specifici legati alla droga.

Lo stesso uomo è stato citato da altri due testimoni che hanno ricostruito con gli inquirenti “le fasi precedenti al delitto”.

Un testimone ha riferito agli inquirenti “era stato incaricato da Valerio Del Grosso di verificare se persone in zona Tuscolana – come scrive il gip – “avessero il denaro per acquistare, come convenuto, della merce” e di essersi recato con suo amico in via Latina, incontrando alle 21,30 del 23 ottobre” proprio “l’amico intimo” di Sacchi “al quale si presentava come inviato di Valerio”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 1.597 casi e 44 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / Inchiesta mascherine, l'ex commissario all'emergenza Covid Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato
Cronaca / Come può cambiare il virus nei prossimi mesi: ecco tutte le variabili
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 1.597 casi e 44 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / Inchiesta mascherine, l'ex commissario all'emergenza Covid Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato
Cronaca / Come può cambiare il virus nei prossimi mesi: ecco tutte le variabili
Cronaca / Sgomberati dalla Regione Lazio, i no green pass Barillari e Cunial chiedono asilo politico alla Svezia
Cronaca / Trieste: la polizia sgombera il varco 4 del porto, occupato dai manifestanti no green pass
Cronaca / Antonio, Giampiero e Nicolas: chi sono i tre ballerini morti in un incidente in Arabia Saudita
Cronaca / Alla chiusura dei seggi ieri aveva votato solo il 33,32% degli aventi diritto
Cronaca / Covid, oggi 2.437 casi e 24 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / Tragedia nel bresciano: 15enne uccisa da un colpo di fucile sparato per sbaglio dal fratello di 13 anni
Cronaca / Trieste: si dimette Puzzer, leader dei portuali che contestano il Green pass. “Lascio ma la protesta continua”