Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:34
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

L’Ordine dei Giornalisti denuncia Libero per il titolo sul coronavirus “alla conquista del Sud”

Immagine di copertina
La prima pagina di Libero quotidiano il 4 marzo 2020.

L’Odg denuncia Libero per il titolo sul coronavirus “alla conquista del Sud”

Il comitato esecutivo dell’Ordine dei Giornalisti (Odg) ha annunciato di aver denunciato il quotidiano Libero per il titolo di apertura della prima pagina del 4 marzo 2020. Il giornale diretto da Vittorio Feltri (direttore editoriale) e Pietro Senaldi (direttore responsabile) aveva titolato: “Virus alla conquista del Sud” in riferimento a un articolo a firma di Renato Farina.

Il titolo era corredato dall’occhiello “L’infezione crea l’unità d’Italia” e dal sommario “Trenta infetti in Campania, 11 nel Lazio, 5 in Sicilia e 6 in Puglia: ora sì che siamo tutti fratelli, finita la caccia all’untore del Nord. Emergenza in Lombardia: 55 morti, si allarga la zona rossa”.

“Il comitato esecutivo dell’Ordine dei Giornalisti ha deferito al Consiglio di Disciplina lombardo il giornale Libero per il titolo di prima pagina di oggi esprimendo “distanza e dissenso per una reiterata scelta redazionale su temi di grande rilevanza sociale”.”, si legge nel tweet. Ora direttore e giornalista rischiano una sospensione e la radiazione dall’albo.

Non è la prima volta che Libero sceglie titoli volutamente provocatori, politicamente scorretti, razzisti o offensivi, tuttavia la denuncia dell’Odg rappresenta una novità. Contro la testata sono state lanciate negli ultimi anni molte petizioni online, che chiedevano lo stop ai finanziamenti pubblici al quotidiano, l’intervento dell’Odg per la sua campagna di “odio razziale” e la radiazione del direttore Feltri dall’albo. Tra queste c’è la petizione lanciata a settembre 2019 da Sandro Ruotolo, ora eletto senatore in Campania, e dal giornalista Paolo Borrometi.

Leggi anche:

1. Secondo Vittorio Feltri il Coronavirus ha fatto anche qualcosa di buono/ 2. Vittorio Feltri shock: “Il Coronavirus in Africa? Non tutti i mali vengono per nuocere”/ 3.Libero offende Greta Thunberg: “Vieni avanti Gretina”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Lazio, il consigliere no vax Barillari si punta una pistola al braccio: "Il vaccino è una roulette russa"
Cronaca / 18 morti e 6.619 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2,7%
Cronaca / “Vi aspetto in terapia intensiva, con un pizzico di piacere”: infermiere punito per un post contro i no vax
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Lazio, il consigliere no vax Barillari si punta una pistola al braccio: "Il vaccino è una roulette russa"
Cronaca / 18 morti e 6.619 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2,7%
Cronaca / “Vi aspetto in terapia intensiva, con un pizzico di piacere”: infermiere punito per un post contro i no vax
Cronaca / Pisa, operai licenziati dopo aver scioperato per il salario: la denuncia della Cgil
Cronaca / Focolaio Covid tra gli attori: “Tutto è partito da un festival in Sardegna”
Cronaca / Scuola, il piano Bianchi “copia” Azzolina e ha paura di nominare la didattica a distanza
Cronaca / Brusaferro (Iss) chiede prudenza: "Rt verso stabilizzazione"
Cronaca / Il 58,82% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / “Non vi azzardate a vaccinarmi”: le parole di una 50enne no vax prima di essere intubata per Covid
Cronaca / Licata, consigliere comunale ex Lega spara 4 colpi di pistola contro il socio in affari