Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Vaccini anche nei piccoli centri: il generale Figliuolo schiera Esercito e Protezione Civile, obiettivo 700mila dosi al giorno. Ecco il piano

Immagine di copertina
Credit: ANSA

Vaccini ovunque: coprire capillarmente tutte le zone del Paese e moltiplicare il ritmo delle somministrazioni, grazie anche al supporto della Difesa e della Protezione Civile. Queste le linee guida del nuovo piano vaccinale gestito dal generale Francesco Paolo Figliuolo, nominato cinque giorni fa dal premier Draghi alla guida della struttura commissariale per l’emergenza Covid-19. L’obiettivo è arrivare ad aprile a una media di 6-700mila vaccinazioni al giorno in Italia.

Secondo il piano del neo-commissario, Difesa e Protezione Civile saranno schierate in prima linea per dare manforte alle Regioni nel costruire una rete territoriale agile ed efficiente. Qualcuno già parla di distribuzione delle fiale “porta a porta”.

Il vaccino anti-Covid, in altre parole, dovrà essere somministrato non solo negli hub delle grandi città (caserme, palasport, auditorium) e dovrà raggiungere in modo fluido anche i centri più piccoli e mal collegati del Paese.

Il generale Figliuolo, stando a quanto inizia a trapelare, pensa di utilizzare unità mobili da allestire ogni 10-20mila abitanti. E si parla anche di 10 task force mobili pronte a raggiungere aree nelle quali c’è bisogno urgente di vaccinazioni, ad esempio per l’esplosione di un focolaio.

Il nuovo piano vaccini prevede inoltre la conversione in centri vaccinali degli attuali 150 Drive Through dell’Esercito, strutture oggi utilizzate per effettuare i tamponi. A questi dovrebbero aggiungersene altri 50, portando così il totale a quota 200. Se ognuno di questi centri farà 1.500 inoculazioni al giorno – stima fatta al ribasso – si arriverà fin da subito a quota 300mila vaccinazioni quotidiane, senza considera tutti gli altri punti di somministrazione.

La strategia di Figliuolo contempla anche il coinvolgimento dei medici di famiglia e degli specializzandi, per i quali è in arrivo un provvedimento ad hoc del Governo.

Altro punto fondamentale del nuovo piano è quello delle categorie da vaccinare. Da aprile dovrebbe saltare il criterio della priorità a determinate professioni: si vaccinerà in base all’età, procedendo dai più anziani ai più giovani, con corsie preferenziali conservate per soggetti vulnerabili.

Nel momento in cui scriviamo l’Italia ha ricevuto oltre 6,5 milioni di dosi di vaccino anti-Covid e ne ha somministrate poco più di 5,1 milioni. Entro fine marzo è previsto l’arrivo di altri circa 7 milioni di dosi, portando così il totale dei primi tre mesi a circa 15 milioni. Nel secondo trimestre dell’anno è attesa la svolta: tra aprile e giugno sono attese nel nostro Paese 52 milioni di dosi.

Altra novità prevista dal piano Figliuolo: finora era previsto un accantonamento di circa il 30% delle dosi come riserva in caso di particolari urgenze. Ora si cambia: le fiale saranno utilizzate tutte subito. Si lascerà solo una scorta del 2%: una sorta di fondo di solidarietà per rifornire in tempi rapidi zone rosse interessate da focolai.

Leggi anche: Non sono i governi che comprano i vaccini, ma i vaccini che comprano i governi

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, Gimbe: contagi aumentati del 55% in una settimana. Cartabellotta: “Rischiamo lockdown di fatto”
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / L’anidride carbonica non si trova. Sant’Anna blocca la produzione di acqua frizzante
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, Gimbe: contagi aumentati del 55% in una settimana. Cartabellotta: “Rischiamo lockdown di fatto”
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / L’anidride carbonica non si trova. Sant’Anna blocca la produzione di acqua frizzante
Cronaca / 37enne muore di tumore e lascia un libro per ogni compleanno del figlio: “Crescerà nel ricordo della mamma”
Cronaca / Lecco, toglie “con la forza” smartphone e tablet alla figlia: madre condannata a lavori socialmente utili
Cronaca / Processo a Ciro Gillo, la chat della ragazza con le amiche: “Ero ubriaca, ho fatto un casino”
Cronaca / “Era ubriaca e ha lasciato la porta del bagno socchiusa: un invito a osare”. Assolto in appello 20enne condannato per stupro
Cronaca / Antonella Viola difende i Maneskin: “Ingiusto spostare il concerto, è il governo che deve proteggerci”
Cronaca / Somalia, ucciso da una bomba Omar Hassan: era stato condannato e poi assolto per l’uccisione di Ilaria Alpi
Cronaca / Marmolada, trovati altri corpi: le vittime accertate salgono a 10