Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Nirmal Purja e le polemiche: “Io poco attrezzato sul monte Rosa? So quello che faccio”

Immagine di copertina

“Ho guidato spedizioni per 11 mesi su montagne oltre gli 8000 metri, parliamo di 32 salite e non ho mai fallito. Ormai le mie dita dei piedi sono come ramponi. In realtà ho abbastanza esperienza per correre su e giù per la montagna con le scarpe da trail running. In più indosso il miglior modello di calzatura prodotto dal mio sponsor”. Nirmal Purja, leggenda dell’alpinismo himalayano e anche di Netflix, dove un documentario racconta le sue imprese, ha voluto chiudere così, con un sorriso, le polemiche per aver raggiunto la vetta del Monte Rosa a 4.554 metri di altezza, con sneakers e pantaloncini.

“Le polemiche? Non ne sapevo nulla, non avevo letto niente”, le sue parole a La Repubblica. “So quello che faccio, va bene così. Quel che ho raggiunto nessuno lo aveva fatto prima di me. Le persone pensano che sei in sicurezza solo se sali con ramponi e scarponi. Loro sono saliti e scesi in sicurezza? Assolutamente sì. Per me non è così difficile, anche mia nonna può farlo. Era una piccola gita con il team della Red Bull. Era per condividere delle stories con il team”. Poi ha raccontato degli incontri avuti lungo la salita: “Quando mi hanno incrociato mi hanno detto “Wow, sei Nirmal, sei un vero eroe”. Mi hanno riconosciuto. Coloro che invece non mi hanno riconosciuto invece mi hanno detto “Come sei basic”. Basic? ma io sono ok. So esattamente quelle che facevo. Al mattino mi sono svegliato in perfette condizioni. Per me 4500 metri non sono difficili”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Rinviata al 16 aprile l’udienza per la revisione del processo sulla strage di Erba
Cronaca / Treviso, il coro shock di un gruppo di studenti sul bus contro l’autista donna: “Stupro, stupro”
Cronaca / Il Codacons chiede scusa a Fedez e ritira il comunicato: “Non volevamo accusarlo di evasione fiscale, ma andremo a fondo”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Rinviata al 16 aprile l’udienza per la revisione del processo sulla strage di Erba
Cronaca / Treviso, il coro shock di un gruppo di studenti sul bus contro l’autista donna: “Stupro, stupro”
Cronaca / Il Codacons chiede scusa a Fedez e ritira il comunicato: “Non volevamo accusarlo di evasione fiscale, ma andremo a fondo”
Cronaca / Amianto killer in Marina Militare: Ministero della Difesa condannato per la morte di Aldo Martina
Cronaca / “Interventi contro i meridionali”, Vittorio Feltri andrà a processo per istigazione all’odio razziale
Cronaca / Violenta una 15enne e la costringe a prostituirsi: arrestato 64enne
Cronaca / Torino, gruppo di antagonisti assalta una Volante davanti alla questura. Mattarella esprime solidarietà agli agenti
Cronaca / Minaccia di buttarsi da 17 metri, paura a Pescara: si negozia da 18 ore
Cronaca / Trenitalia, nuove regole sui bagagli e sul trasporto di passeggini, bici e strumenti musicali. Poi lo stop
Cronaca / Melissa Satta non ci sta e querela: “Basta, definita ‘sex addicted’ per la rottura con Berrettini”