Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Napoli: bambina di 10 anni violentata da sei coetanei. Gli abusi sono stati ripresi con i cellulari

Le violenze sarebbero avvenute ad agosto e novembre in uno scantinato del quartiere di Boscoreale

Shock a Napoli: bambina di 10 anni violentata da sei coetanei

Orrore a Napoli dove una bambina di 10 anni è stata ripetutamente violentata dai sei coetanei tra gli 11 e i 13 anni.

Il fatto risale ad agosto, ma si sarebbe ripetuto anche a novembre.

Secondo quanto ricostruito dal pm, che ha ascoltato i sei ragazzini negli uffici del commissariato di Castellammare di Stabia, le violenze sarebbero avvenute in uno scantinato del quartiere di Boscoreale, a Napoli.

Gli aguzzini avrebbero anche registrato le violenze ai danni della bambina sui loro telefonini.

Davanti al pm, che ha ascoltato anche la bambina, la quale avrebbe confermato tutto davanti a un’ispettrice e una psicologa, i ragazzini sarebbero scoppiati in lacrime.

La vicenda, che è stata raccontata dal quotidiano Metropolis, ha lasciato sgomenti tutti coloro che conoscevano sia la vittima che i giovani violentatori. Il timore di molti, tuttavia, è che i responsabili non siano puniti in maniera esemplare così come già accaduto in passato.

In particolare, la memoria torna a due casi simili avvenuti sempre in Campania. Il primo, accaduto a Castellammare nel 2018, vide protagonista una 15enne, la quale fu violentata da tre coetanei, tra cui un figlio di un boss, i quali furono puniti con un breve periodo di affidamento ai servizi sociali.

Nel 2017, invece, a Pimonte, 12 minorenni, responsabili di violenza sessuale su una coetanea, tornarono tutti a casa anche loro dopo un breve periodo di affidamento ai servizi sociali, mentre la giovane vittima fu costretta a lasciare il paese.

Leggi anche:

Roma, l’audizione della pm è agghiacciante: “Bambini si prostituiscono tra i 10 e i 13 anni”

Bimba di 11 anni scrive alla compagna che la bullizza: “Per te provo affetto, non spegnerai la mia voglia di vivere”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Cronaca / Green Pass, i no vax Barillari e Cunial occupano gli uffici della Regione Lazio
Cronaca / Green Pass obbligatorio, ma i tamponi non bastano per tutti i lavoratori
Cronaca / I No Pass non fermano l'Italia: niente blocco a Trieste
Cronaca / Lo storico Emilio Gentile a TPI: “Sciogliere Forza Nuova? Attenzione all’effetto martirio”
Cronaca / Viaggio nella galassia No pass: “Non siamo tutti fascisti”
Cronaca / Lotta eversiva, affari oscuri e droga: chi sono i militanti di Forza Nuova che hanno assaltato la Cgil
Cronaca / Effetto Draghi: le stragi in mare non indignano più