Me
HomeCronaca

‘Riportala a casa’: a Milano il murale per Silvia Romano e Conte: “Non vogliamo un secondo caso Regeni”

Spunta l'opera dell'artista Cristina Donati Meyer dedicato alla cooperante scomparsa in Kenya il 20 novembre 2018

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 13 Dic. 2019 alle 21:52 Aggiornato il 13 Dic. 2019 alle 21:57
Immagine di copertina

“Riportala a casa”, il murale per Conte e Silvia Romano

Spunta a Milano un murale dedicato a Silvia Romano, la cooperante italiana di 24 anni rapita in Kenya nella notte tra il 20 e il 21 novembre 2018.

Si chiama “Riportala a casa” e raffigura il  premier Conte e la giovane Silvia sorridenti uno affianco all’altra. A realizzarlo la street artist Cristina Donati Meyer, che sulla sua pagina Facebook ha scritto: “Ieri ho affisso, in zona Porta Genova a Milano, l’opera Riportalaacasa. Rappresenta Silvia Romano , la volontaria rapita in Kenya e detenuta molto probabilmente dal gruppo terroristico jihadista Al-Shabaab, in Somalia, tenuta per mano dal Premier, GiuseppeConte. Da oltre un anno, non si hanno notizie della volontaria milanese e uno degli indiziati del rapimento in Kenya, è addirittura stato liberato su cauzione e si è reso irreperibile”.

“Vorremmo tutti evitare un secondo caso Giulio Regeni e chiediamo al Governo italiano e al Premier Conte di riportare a casa Silvia”, ha scritto ancora l’artista.

Leggi anche:

Silvia Romano, cosa sappiamo finora sul rapimento in Kenya della cooperante italiana

Un articolo inedito nell’anniversario del rapimento di Silvia Romano: niente misteri e presunti aggiornamenti, solo il ricordo di una cara amica

Ma ve la ricordate Silvia Romano? Anche stavolta ci siamo accontentati dei rottami della memoria

Silvia Romano, la procura di Roma: “Portata in Somalia dopo il rapimento”