Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Torino, 74enne muore d’infarto tra gli scaffali, ma il supermercato rimane aperto

Immagine di copertina

Proteste dei clienti per la decisione di non chiudere il negozio

Donna muore d’infarto al supermercato. Tragedia a Rivarolo Canavese, in provincia di Torino. Nella mattinata di sabato 31 agosto un’anziana di 74 anni è deceduta mentre faceva la spesa all’Eurospin.

L’anziana ha accusato un malore mentre era in giro tra gli scaffali del supermercato, vicino alle bottiglie dell’acqua minerale. Poco dopo sono arrivati i soccorsi (chiamati dal figlio dell’anziana), due ambulanze del 118, che hanno provato a effettuare delle operazioni di rianimazione, ma per la donna non c’era nulla da fare e i medici hanno potuto soltanto accertare il decesso.

Il corpo della 74enne è stato coperto da un telo ed è rimasto riverso a terra per circa un’ora. Nel frattempo, il supermercato è rimasto aperto ai clienti, che hanno continuato a fare la spesa.

Un episodio controverso su cui sono in corso accertamenti da parte della Polizia. Al momento comunque non sembrano esserci dubbi sul fatto che a provocare il decesso della 74enne sia stato un malore.

Il comportamento del supermercato, sul momento, ha destato scalpore e alcuni clienti hanno chiesto ai responsabili se non fosse il caso di chiudere il locale. Quanto alla salma, la legge prevede che un cadavere non possa essere spostato dal luogo del decesso finché non arriva l’autorizzazione del pubblico ministero.

Il personale del negozio ha comunque cercato di isolare la zona in cui era presente il corpo della donna. A distanza di pochi metri, però, gli altri clienti hanno continuato a fare regolarmente la spesa come se niente fosse.

“Alcuni clienti hanno chiesto che, per rispetto della famiglia della vittima, si chiudesse il supermercato – scrive Libero in una ricostruzione della vicenda – ma la direzione dell’Eurospin si è rifiutata. Ha cercato invece di celare dalla vista dei clienti l’imbarazzante spettacolo coprendolo con della merce. E allora ci viene in mente di quando accade, come abbiamo letto più volte, nelle spiagge, dopo un malore, che un corpo giaccia sulla battigia nella più beata indifferenza degli altri bagnanti, che continuano a godersi la loro giornata di mare come vivessero in un universo parallelo, quello del ‘meglio a te che a me’”.

Qui tutte le ultime notizie di cronaca

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cagliari, si dà fuoco per protesta davanti a un bar per lavoro non pagato: muore operaio 51enne
Cronaca / Covid, oggi 2.985 casi e 65 morti: tasso di positività allo 0,9%
Cronaca / Test medicina 2021, la graduatoria: come leggere i risultati e immatricolarsi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cagliari, si dà fuoco per protesta davanti a un bar per lavoro non pagato: muore operaio 51enne
Cronaca / Covid, oggi 2.985 casi e 65 morti: tasso di positività allo 0,9%
Cronaca / Test medicina 2021, la graduatoria: come leggere i risultati e immatricolarsi
Cronaca / Milano, due operai trovati morti congelati nel deposito di azoto di un ospedale
Cronaca / Lega, Pillon contro Morisi: “Non mi è mai piaciuto, certe cose le sapevano tutti”
Cronaca / Il festino, la perquisizione, la droga: così è nata l’inchiesta su Luca Morisi
Cronaca / Covid, via libera del Cts all’aumento della capienza massima di stadi, teatri e cinema
Cronaca / Caso Consip: Tiziano Renzi rinviato a giudizio per traffico d’influenze. Un anno a Verdini per turbativa d’asta
Cronaca / Covid, oggi 1.772 casi e 45 morti: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Roma, protesta davanti al dipartimento urbanistica. Patrizia Prestipino: “Solidarietà ai cittadini”