Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Modena, scontri tra contestatori di Salvini e forze dell’ordine: un ferito alla testa

Immagine di copertina
Credit: Gazzetta di Modena

Modena Salvini scontri | Durante gli scontri a Modena contro il vicepremier Matteo Salvini in visita in città un manifestante è rimasto ferito alla testa.

Nella zona di Novi Sad al presidio del collettivo Guernica sono volate manganellate e un ragazzo è rimasto ferito al capo e ha perso del sangue.

È lo stesso presidio dove un paio d’ore fa prima del comizio di Salvini erano stati lanciati dei sassi e
c’erano state cariche di alleggerimento.

I contestatori si sono scontrati con le forze dell’ordine. Secondo l’agenzia di stampa Ansa, è partito un lancio di sassi contro i poliziotti, che hanno risposto con una carica.

Nella manifestazione a Modena oggi uno dei contestatori è stato fermato dalla poliza.

“Salvini scappa, Modena non ti vuole”, è uno degli slogan urlati dai contestatori.

Modena Salvini scontri | Il video della carica della polizia

Qui un video che mostra le cariche contro il presidio.  “Cariche, manganellate e gas lacrimogeni contro i/le giovani “colpevoli/e” di essere vittima delle politiche di odio e discriminazione di Matteo Salvini”, scrive la pagina Facebook di Spazio Guernica.

Spazio Guernica aveva lanciato l’idea della manifestazione in occasione della visita di Salvini a Modena, alcuni giorni fa. “Il 3 maggio sarà una giornata in cui misurare la rabbia verso Salvini e i suoi accoliti, da parte di chi vive quotidianamente i frutti dell’odio e della discriminazione”, dicono da Spazio Guernica.

Ai manifestanti del centro sociale Guernica si sono aggiunti gli studenti di alcune scuole modenesi. I contestatori vogliono raggiungere piazza Matteotti, dove è appena iniziato il comizio elettorale di Matteo Salvini in vista delle elezioni europee.

Il comizio di Salvini è iniziato alle 15 a piazza Matteotti Modena.

Modena Salvini scontri  | Il video del comizio del vicepremier

Qui il video della pagina Facebook di Salvini:

“Qui Modena! Spettacolo!!! Alla faccia dei rosiconi dei centri sociali”, scrive il vicepremier, che non è nuovo a frasi simili contro i suoi contestatori, in particolare se provenienti dai centri sociali.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Incidente sulla Nomentana, l’auto con a bordo i 5 ragazzi morti “andava a 100 km all’ora”
Cronaca / “Era una provocazione”: Vittorio Feltri spiega il criticatissimo tweet su Matteo Messina Denaro
Cronaca / Salerno, bimbo di cinque mesi dimesso dall’ospedale muore poco dopo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Incidente sulla Nomentana, l’auto con a bordo i 5 ragazzi morti “andava a 100 km all’ora”
Cronaca / “Era una provocazione”: Vittorio Feltri spiega il criticatissimo tweet su Matteo Messina Denaro
Cronaca / Salerno, bimbo di cinque mesi dimesso dall’ospedale muore poco dopo
Cronaca / Bimbi dell’asilo nido maltrattati, indagate cinque maestre e la titolare: “Sbattuti per terra per costringerli a stare seduti”
Cronaca / Neo mamma vince 100mila euro alla lotteria degli scontrini subito dopo aver partorito
Cronaca / “Perché proprio io?”: il risveglio del ragazzo sopravvissuto all’incidente sulla Nomentana
Cronaca / Ratzinger, la lettera al suo biografo: “Nel 2013 mi sono dimesso per colpa dell’insonnia”
Cronaca / Le immagini esclusive del luogo dove è morto Stefano Sparti: ecco quello che non torna sul suo suicidio
Cronaca / Mutolo sull’arresto di Matteo Messina Denaro: “Una messa in scena, la trattativa tra Stato e mafia c’è sempre stata”
Cronaca / “Siamo sicuri che Messina Denaro sia un assassino?”: bufera su un tweet di Vittorio Feltri