Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Mimmo Lucano può tornare a Riace: il tribunale di Locri ha revocato il divieto di dimora

Immagine di copertina

Mimmo Lucano può tornare a Riace: il tribunale di Locri ha revocato il divieto di dimora

Il tribunale di Locri ha deciso di revocare il divieto di dimora nei confronti dell’ex sindaco di Riace, Domenico Lucano. Lucano da mesi era stato “esiliato” nella vicina Caulonia, a causa della misura restrittiva, in seguito alle vicende giudiziarie che lo avevano coinvolto. A dare la notizia è il quotidiano locale Calabria 7.

Il tribunale calabrese di Locri ha accolto l’istanza dei difensori dell’ex sindaco, simbolo dell’innovativo sistema di accoglienza, ormai smantellato, che ora potrà fare ritorno a casa.

In occasione delle elezioni amministrative ed europee dello scorso 26 maggio, a Lucano era stato consentito di rientrare temporaneamente a Riace, solo per partecipare a un comizio e per votare.

Mimmo Lucano, rinviato a giudizio per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e abuso d’ufficio, era sottoposto a divieto di dimora nel Comune in provincia di Reggio Calabria.

Il 21 maggio il Tar ha affermato che il Comune di Riace è stato illegittimamente escluso dal ministero dell’Interno dal sistema Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.

Il processo a carico dell’ex primo cittadino calabrese era iniziato lo scorso 11 giugno 2019, al Tribunale di Locri. Lucano è coinvolto in un’inchiesta con l’accusa di aver commesso una serie di reati legati alla gestione dell’accoglienza dei migranti nel centro della Locride, che era diventato un modello di integrazione degli stranieri.

Domenico Lucano era stato arrestato il 2 ottobre 2018, e pochi mesi dopo gli arresti domiciliari gli erano stati revocati, mentre permaneva, fino a oggi, il divieto di dimora.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / La Cei appoggia lo Ius scholae: “Basta con le ideologie, è una riforma che serve all’Italia”
Cronaca / Morto Aldo Balocco, l’inventore del panettone mandorlato
Cronaca / Aborto, lo tsunami pro-life può travolgere anche l’Italia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / La Cei appoggia lo Ius scholae: “Basta con le ideologie, è una riforma che serve all’Italia”
Cronaca / Morto Aldo Balocco, l’inventore del panettone mandorlato
Cronaca / Aborto, lo tsunami pro-life può travolgere anche l’Italia
Cronaca / A Torino la prima laurea nel Metaverso: Edoardo all’esame dal vivo e con l’avatar
Cronaca / Iscritta all’università da 18 anni senza laurearsi, il giudice: “Stop ai soldi del padre”
Cronaca / Covid, aumentano i casi e i ricoveri. Speranza: “Mascherine raccomandate, in autunno vaccino per le varianti”
Cronaca / Bambina di cinque anni ascolta la voce di Gigi D’Alessio e si risveglia dal coma
Cronaca / Saldi estivi 2022: il calendario regione per regione. Date, inizio
Cronaca / Salva moglie e figli in mare ma ha un infarto: muore papà eroe
Cronaca / Venezia, si entra su prenotazione: da agosto la sperimentazione. Nel 2023 arriva il ticket