Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:37
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Migranti, altro naufragio al largo della Libia. Alarm Phone: “Ci sono molti morti”

Immagine di copertina
Immagine di repertorio

Un barcone con oltre 100 migranti a bordo si è rovesciato vicino alle coste libiche

Ci sarebbero “molti morti” in un nuovo naufragio di migranti al largo delle coste libiche. Lo riferisce il servizio telefonico Alarm Phone, a cui nella notte tra lunedì 26 e martedì 27 agosto era giunta una richiesta di soccorso da parte di un barcone in difficoltà.

La Guardia Costiera libica ha recuperato cinque corpi, tra cui una donna e un bambino, dopo il naufragio di un barcone al largo della città portuale di al Khums (Homs), 97km a sudest di Tripoli. Lo riferisce la Marina sulla sua pagina Facebook.

La Marina riferisce che 65 migranti sono stati salvati mentre proseguono le ricerche per eventuali sopravvissuti o cadaveri, fa sapere ancora la Guardia Costiera.

Sul barcone viaggiavano un centinaio di migranti. Alarm Phone si è subito messa in contatto con le autorità libiche, che a quanto si apprende avrebbero recuperato circa 90 persone.

“Non è ancora chiaro – ha spiegato in un tweet Alarm Phone – quanti sono sono morti e quanti sopravvissuti. Questi sono i tuoi morti Europa. La tua politica di deterrenza uccide”

“Abbiamo tentato di ottenere la posizione GPS – aveva riferito il servizio telefonico – ma i naufraghi erano nel panico e non sono riusciti a comunicarla. La barca era molto vicina alla Libia, e non abbiamo potuto fare altro che informare le autorità in Libia e in Italia”.

In un primo momento, Alarm Phone si era detta molto preoccupata: “Pensiamo che nessuno sia uscito a cercarli. Non siamo più stati in grado di parlare con quella gente. Alle 6 del mattino un parente ci ha chiamato, dicendo che temeva per le persone a bordo. Aveva paura che fossero morti. Non sappiamo cosa sia successo a questo gruppo di migranti: speriamo ancora che siano tutti vibi, ma temiamo il peggio”.

Successivamente pare sia stato accertato l’intervento delle autorità libiche, che però non sarebbero riuscite a salvare tutti i migranti a bordo del barcone.

Nelle prossime ore si cercherà di fare maggiore chiarezza sull’accaduto e di capire quante sono le persone decedute e quanti i sopravvissuti, in quella che è l’ennesima tragedia dei migranti nel Mediterraneo.

Malta ha salvato 162 migranti nel Mediterraneo

Migranti, stop agli aerei delle Ong: non possono più sorvolare il Mediterraneo

Erdogan rimanda i profughi in Siria e se ne frega degli accordi: signori, ecco a voi l’orrore del sovranismo (di G. Cavalli)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele
Cronaca / Mors tua, dose mea: ecco perché lo stop a Reithera dimostra che è in atto una guerra sui vaccini (di L. Telese)
Cronaca / Covid, 6.659 casi e 136 morti nell'ultimo giorno
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele
Cronaca / Mors tua, dose mea: ecco perché lo stop a Reithera dimostra che è in atto una guerra sui vaccini (di L. Telese)
Cronaca / Covid, 6.659 casi e 136 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Roma, donna chiusa in una smart da 4 giorni: portata in ospedale
Cronaca / Report Iss, i vaccini anti-Covid riducono contagi e ricoveri: -95% di morti già dopo la prima dose
Cronaca / Dai porti italiani partono armi destinate a Israele, ma a Livorno i portuali bloccano il carico
Cronaca / Via libera del ministero ai test salivari molecolari
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 15 maggio 2021
Cronaca / Oggi 7.567 casi e 182 morti: il bollettino
Cronaca / Rula Jebreal rifiuta l’invito a Propaganda Live: “Sette ospiti e una sola donna. Come mai?”