Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Sembrava faringite, ho fatto il massimo”: parla il medico che rimandò a casa Michele Merlo

Immagine di copertina
Michele Merlo Credits: ANSA

“A Michele esplodevano la gola e la testa, sintomi che avevano portato a diagnosticare una forte faringite. Ho fatto tutto quello che dovevo fare e tutto è stato relazionato ai miei superiori”: queste le parole del medico di guardia che ha visitato Michele Merlo mercoledì scorso, 2 giugno.

L’ex concorrente di Amici e X Factor, in arte Mike Bird, aveva avuto strani sintomi che aveva palesato nell’ormai tristemente noto ultimo post su Instagram e che lo avevano spinto a recarsi in ospedale per accertamenti. Secondo quanto raccontano i genitori Domenico e Katia, era stato respinto e rispedito a casa. Poco dopo sarebbe morto a soli 28 anni per un’emorragia cerebrale scatenata da una leucemia fulminante.

Il cantante si era recato all’ospedale di Vergano mercoledì scorso ed era stato respinto, ma poi giovedì è stato operato d’urgenza all’ospedale di Bologna. La procura ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di omicidio colposo e disposto l’autopsia. Gli agenti hanno provveduto a sequestrare la cartella clinica dell’artista al Maggiore e al pronto soccorso di Vergato. Qui era stato rimbalzato alla guardia medica.

“Mio figlio è stato respinto dall’ospedale di Vergato e accusato di aver fatto uso di droghe”, è la versione del padre riportata dal giornale locale Il Resto del Carlino. Resta una domanda: Michele Merlo si poteva salvare?

Ti potrebbe interessare
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Custodi di storia, a San Paolo Fuori le Mura il 12 ottobre l’esclusiva serata di beneficenza
Cronaca / Andrea Purgatori, l’autopsia: non c’erano metastasi al cervello al momento della morte
Ti potrebbe interessare
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Custodi di storia, a San Paolo Fuori le Mura il 12 ottobre l’esclusiva serata di beneficenza
Cronaca / Andrea Purgatori, l’autopsia: non c’erano metastasi al cervello al momento della morte
Cronaca / Bologna, confermato l’ergastolo all'ex Nar Cavallini: “Strage con finalità eversive”
Cronaca / Caso Regeni, la Consulta sblocca il processo agli 007 egiziani: potranno essere giudicati anche in loro assenza
Cronaca / Alessandria, uccide moglie, figlio e suocera. Poi si toglie la vita
Cronaca / Guinness, l’alpinista Viesturs rinuncia al record: “Il primo a scalare tutti gli ottomila è stato Messner”
Cronaca / Smart working, cosa cambia dall’1 ottobre
Cronaca / Nasce la professione di “Assistente materna”: in aiuto alle mamme dal 2024
Cronaca / It Alert oggi a Roma e nel Lazio, 27 settembre 2023: che cos’è e come funziona